Papa a Pietrelcina: Un Paese che litiga spaventa la gente, è malato e triste

38
in foto Papa Francesco

“Un Paese che litiga tutti in giorni spaventa la gente, è un Paese malato e triste”. Lo ammonisce papa Francesco, nella sua prima tappa del viaggio sulle orme di Padre Pio a Pietrelcina, parlando a alla cittadinanza. “Un Paese dove tutti si vogliono più o meno bene e non si augurano del male, cresce, si allarga e diventa forte. Per favore, – ammonisce il Pontefice a braccio – non spendete tempo a litigare tra voi. Questo non fa crescere, non fa camminare. Pensiamo ad un bambino che piange piange e non vuole muoversi dalla sua culla, quando la mamma lo porta sul pavimento perchè comincia a gattonare rimane sempre lì e piange. Vi chiedo: quel bimbo sarà capace di camminare? No, se un paese litiga, litiga, non sarà capace di crescere perchè tutte le forze litigano. Per favore, pace tra voi, comunione tra voi e se a qualcuno di voi viene voglia di chiacchierare di un altro, si morda la lingua: farà bene all’anima e anche al paese”. Il Pontefice pensa anche ai giovani, costretti ad abbandonare la loro terra perchè non trovano lavoro: “Auspico che questo territorio possa trarre nuova linfa dagli insegnamenti di vita di Padre Pio in un momento non facile come quello presente, mentre la popolazione decresce progressivamente e invecchia perché molti giovani sono costretti a recarsi altrove per cercare lavoro. La migrazione interna dei giovani è un problema, pregate perchè i giovani trovino lavoro qui tra voi e non siano costretti ad andarsene altrove”.