Paper Week, in oltre 60 mila ai 200 eventi dedicati alla differenziata e al riciclo di carta e cartone

38

Suona la campanella della “scuola” di riciclo più grande d’Italia. Si è conclusa domenica 14 aprile la Paper Week, la settimana di formazione e informazione sul riciclo di carta e cartone organizzata da Comieco per spiegare a cittadini cosa succede dopo il cassonetto, approfondendo l’importanza del gesto della raccolta differenziata.
In 7 giorni circa 62 mila italiani hanno preso parte agli oltre 200 eventi organizzati su tutto il territorio nazionale. Tra loro 14.600 studenti hanno visitato oltre 100 strutture in tutto il Paese tra impianti di gestione dei rifiuti, cartiere, cartotecniche e musei nell’ambito della manifestazione RicicloAperto, il “porte aperte” della filiera cartaria. La Paper Week ha visto la realizzazione lungo tutto lo Stivale di laboratori, mostre, workshop, eventi, convegni e iniziative on line organizzate non solo da Comieco, ma anche dai Paperweeker, cittadini, professionisti e aziende che hanno messo il loro impegno diventando ambasciatori del riciclo in grado di generare attraverso la loro azione conoscenza e cultura sulla tutela dell’ambiente e dell’economia circolare.

“Ogni regione ha contribuito ad animare il racconto corale su carta e cartone: nelle 3 macro aree si sono distinte per il maggior numero di iniziative realizzate la Lombardia al Nord, le Marche al Centro e la Campania al Sud” commenta Alberto MarchiPresidente di Comieco. Una menzione speciale merita Salerno, eletta quest’anno “Capitale della Carta” in virtù degli ottimi risultati raggiunti nella raccolta differenziata di carta e cartone: la città campana ha visto il coinvolgimento di 7.000 cittadini in circa 30 iniziative“Anche quest’anno la Paper Week si è confermata una grande occasione per far conoscere ai cittadini la filiera cartaria e stimolarli a differenziare sempre meglio i materiali cellulosici” ,commenta Carlo MontalbettiDirettore Generale di Comieco. “Stimiamo infatti – continua – che circa 700mila tonnellate di carta e cartone finiscano ancora in discarica: intercettarle significherebbe consolidare gli ottimi risultati sin qui raggiunti, a partire dal tasso di riciclo degli imballaggi cellulosici che nel 2023 ha superato il 90%, ben oltre l’obiettivo dell’85% fissato dall’ UE al 2030”.
La Paper Week è stata organizzata da Comieco in collaborazione con Federazione Carta e GraficaUnirima e con il patrocinio di AnciMinistero dell’Ambiente e della Sicurezza EnergeticaUtilitalia e Rai per la Sostenibilità.