Parco Archeologico di Ercolano, visitatori in crescita del 10%: aperture straordinarie per il periodo natalizio

35

Aperto per il periodo natalizio il Parco Archeologico di Ercolano, per ben due settimane, offre ai propri visitatori itinerari tematici con l’accompagnamento da parte di personale qualificato alla scoperta di aspetti inediti, o poco conosciuti, della grande impresa di scavo, restauro e sistemazione del sito realizzata da Amedeo Maiuri della quale ricorrono i 90 anni dall’inizio (1927-2017). E’ il regalo di Natale che il direttore del Parco, Francesco Sirano, ha pensato per i propri visitatori. Le visite saranno tre per giorno: alle 9,30, alle 11,30 e alle 14,00, a richiesta si potranno svolgere anche in inglese e si terranno secondo il seguente calendario, per il mese di dicembre: venerdì 22 – sabato 23 – mercoledì 27, giovedì 28, venerdì 29, sabato 30. Mese di gennaio: martedì 2, mercoledì 3, giovedì 4 e venerdì 5. “E’ il mio primo Natale come Direttore del Parco Archeologico di Ercolano – dichiara il Direttore Sirano – e voglio offrire ai visitatori del sito la possibilità di visitarla nei suoi aspetti inediti, seguendo itinerari che mostrano i nuovi percorsi che abbiamo inaugurato durante questo anno e questo è permesso grazie alla collaborazione che sto ottenendo sul territorio da ogni parte, in questa occasione particolare l’apporto viene dal personale che svolge il servizio civile presso il Parco, tutto questo perché i visitatori trovino motivi sempre più numerosi e nuovi per visitare il Parco Archeologico di Ercolano”. Dal 22 dicembre al 5 gennaio rimarrà inoltre aperto il Padiglione della Barca, che custodisce la barca romana rinvenuta a Ercolano sull’antica spiaggia con una serie di oggetti collegati al mare e alle attività marinare. Il Direttore Sirano, in chiusura di anno, annuncia anche i dati dei visitatori “il numero di coloro che hanno scelto il Parco Archeologico come propria meta durante l’anno 2017 ha di gran lunga superato i numeri del 2016, siamo vicini all’incremento del 10% con mesi, in cui abbiamo diversificato l’offerta, in cui abbiamo registrato un +22/23%. Cominciamo a raccogliere i frutti della nuova gestione che, sempre nella massima sicurezza e tutela del bene culturale, risponde a scelte volte alla diversificazione e miglioramento della fruizione perché si conoscano aspetti inediti dei siti e si coinvolgano e si valorizzino i territori; e questo è un traguardo che ritengo sarà facilmente superato ad Ercolano, dove si è creata una più che corale partecipazione di ogni attrattore locale”. I giorni di programmata chiusura al Parco Archeologico di Ercolano rimarranno il 25 dicembre e il 1° gennaio.