Parco nazionale del Cilento, Pellegrino: Psr, dalla Regione Campania 11 milioni per 20 comuni

54
In foto Tommaso Pellegrino

Con lo scorrimento delle graduatorie regionali del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Campania, in riferimento alla misura 8.5.1 per il “Sostegno agli investimenti destinati ad accrescere la resilienza ed il pregio ambientale degli ecosistemi forestali” e alla misura 8.3.1 per il “Sostegno alla prevenzione dei danni arrecati alle foreste da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici”, sono stati assegnati 11 milioni di euro a venti comuni del territorio del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Le risorse della misura 8.5.1 sono state assegnate ai comuni di Omignano, Montesano sulla Marcellana, Ascea, Casaletto Spartano, Roscigno, Auletta, Stella Cilento, Aquara, Sala Consilina, Sapri, Agropoli, Monteforte Cilento, Corleto Monforte e Caselle in Pittari. Le risorse della misura 8.3.1 sono andate ai comuni di Moio della Civitella, Santa Marina, Postiglione, Sicignano degli Alburni, Laurino e Stio. “Dalla Regione Campania arriva un grande segnale di attenzione per le aree interne del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Si tratta di risorse fondamentali per proseguire nell’azione di difesa del nostro territorio attraverso un’efficace azione di prevenzione dei danni causati da incendi e calamità naturali e di tutela del patrimonio inestimabile di ecosistemi forestali che costituisce la nostra immensa ricchezza. Grazie a questi fondi si rafforza anche il sistema economico interno all’area parco, con un indotto importante in termini occupazionali legato alla realizzazione delle opere previste dalle progettualità. Ringrazio il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, e l’assessore all’Agricoltura, Nicola Caputo, per aver confermato ancora una volta l’impegno a sostegno dell’intera comunità del Parco”. Queste le parole di Tommaso Pellegrino, presidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e capogruppo di Italia Viva in Consiglio regionale.