Pasqua: TheFork, 92% ristoranti resterà aperto

29

Roma, 28 mar. (Labitalia) – ‘Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi’: così recita il famoso detto, ma quali sono le proposte della ristorazione per ingolosire i clienti durante le festività in arrivo? Se lo è chiesto TheFork, sito e app per Android e iOS, tra i leader nella prenotazione online dei ristoranti. Analizzando il database dei partner di TheFork, che comprende 10.000 ristoranti, emerge che dal 29 marzo al 2 aprile solo l’8% dei ristoranti sarà chiuso per le festività pasquali, mentre il restante 92% resterà aperto. Di questi sono circa 300 i ristoranti che propongono un menù di Pasqua, il cui prezzo medio a livello nazionale si aggira intorno ai 43 euro a coperto, e solo il 4% offre sconti sul menù. La stragrande maggioranza delle insegne aperte opta, dunque, per una proposta alla carta anche a Pasqua e Pasquetta.

Quanto agli utenti, interrogati da TheFork sui propri piani in vista della festività, prevedono per lo più di trascorrere le giornate di Pasqua e Pasquetta mangiando a casa in famiglia, mentre circa il 35% ha in programma di trascorrerle al ristorante. Ma cosa si mangia a Pasqua 2018 nei ristoranti italiani? I piatti più comuni nei menù pasquali dei ristoranti variano a seconda della città, ma con alcune costanti nel solco della tradizione. A Milano, dove l’offerta gastronomica è più originale e creativa, si attinge a diverse regioni d’Italia. Non mancano a inizio pasto la torta pasqualina e la crescia e per finire si servono spesso pastiera e colomba, quest’ultima magari rivisitata grazie a farciture e reinterpretazioni come il tiramisù di colomba. Nella città meneghina, c’è poi chi si ispira alla tradizione del brunch e sono tante anche le proposte gourmet.

Anche a Roma, spiccano le proposte del segmento fine dining. Sono tanti i ristoranti della selezione Insider di TheFork a presentare menù speciali dove la tradizione viene rivisitata dalla creatività dei singoli chef, ma non mancano ristoranti che puntano sui grandi classici pasquali. E, andando verso Sud, il legame con la tradizione si fa sempre più stretto anche sulle tavole pasquali dei ristoranti.