Pd, alla conferenza programmatica scatta la protesta dei ricercatori Cnr

70

Un gruppo di ricercatori precari del Consiglio nazionale delle ricerche sta manifestando all’esterno del Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa dove si sta per aprire la conferenza programmatica del Pd che terminerà domenica 29 ottobre. I ricercatori hanno indossato un camice bianco e hanno preparato una lettera da consegnare al ministro della Ricerca, Valeria Fedeli, nella quale chiedono la stabilizzazione dopo anni di precariato. “La forza della ricerca pubblica, e del Cnr che oggi rappresentiamo, sta nel lavoro e nella passione dei suoi lavoratori che in silenzio e spesso in condizioni difficili si impegnano ogni giorno per fare la propria parte nel lavoro immane che il Cnr svolge per l’Italia” si legge in un passaggio della lettera. “Oggi dei tanti ‘mattoni’ che tengono insieme il Cnr circa il 40% è precario. Tradotto in cifre, circa 4500 dipendenti su oltre 11500 lavoratrici e lavoratori in servizio – sottolineano – 4500 risorse che hanno accumulato esperienze e relazioni, gestito progetti e laboratori e costruito l’immagine scientifica del Cnr”. I ricercatori definiscono la situazione “insostenibile” e “frutto di molti fattori e storture” ma “fotografa le necessità degli istituti e dell’ente che, a fronte di un blocco quasi totale del turn over e alla contrazione del fondo di finanziamento, ha sopperito con personale precario alle necessità lavorative quotidiane”.