Pd, De Luca all’attacco: Su lavoro e sicurezza partito assente. Fatico a capire le proposte

78

Sicurezza e lavoro, sono questi i due temi su cui il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca a Milano per un incontro con il suo omologo Attilio Fontana per presentare un accordo di cooperazione tra l’ospedale Niguarda di Milano e il Cardarelli di Napoli, ha attaccato la dirigenza del Partito democratico a margine della conferenza stampa. “Io credo che il Pd debba affrontare il problema del suo futuro, il tema della sopravvivenza: ai tempi di Bersani parlavo di un gruppo dirigente di “anime morte”, non vorrei essere irriguardoso nei confronti di nessuno, ma direi che ci siamo molto vicini, nel senso che io stesso faccio fatica a capire qual è la proposta del Pd. Non mi interessano le discussioni formali, c’è un livello di ottusità burocratica che è diventata patologica, mi interessa nel merito capire cosa proponiamo agli italiani”.
Sulla sicurezza, in particolare, De Luca ha rilevato l’assenza del Pd e la necessità di un inasprimento delle pene. “Credo sia necessaria ha detto De Luca – una svolta radicale sul tema della sicurezza e sul tema del lavoro che sono le due questioni delle quali il Pd continua a non parlare. Noi abbiamo fatto una proposta sul lavoro al Sud due settimane fa, il Pd non se ne è neanche accorto. E questa proposta l’ha presentata un dirigente del Pd, il presidente della Regione Campania, con tutti i presidenti delle regioni. Questa è una cosa sconcertante che testimonia una pochezza e ottusità del gruppo dirigente nazionale”.