Pellegrinaggio estetico sulla Terra
natura in mostra al Museo zoologico

25

“Immagini dal Pianeta Terra”, un pellegrinaggio estetico attraverso la natura dei cinque continenti. Un viaggio alla ricerca di attimi di bellezza, da custodire come testimonianza preziosa di un “Immagini dal Pianeta Terra”, un pellegrinaggio estetico attraverso la natura dei cinque continenti. Un viaggio alla ricerca di attimi di bellezza, da custodire come testimonianza preziosa di un mondo naturale in pericolo. La mostra sarà inaugurata il 15 aprile alle ore 10:30, alla presenza del rettore federiciano Gaetano Manfredi e dell’autore, nella storica sala del Real Museo Mineralogico prospiciente alle suggestive sale del Museo Zoologico che ospiteranno la mostra fino al 31 maggio 2015. Dai deserti del sudovest americano, alle immense pianure africane, dalle distese ghiacciate dell’Alaska fino alle vaste paludi della Florida e molto altro, tutto questo raccontato con la poesia che contraddistingue il lavoro di Sbaraglia. Sono 40 le immagini di Simone Sbaraglia, maestro di fotografia naturalistica, che dopo un lungo tour nella nostra Penisola, arrivano nella città partenopea ospitate dal Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche. “Racconterò di un mondo lontano e a molti sconosciuto – spiega Sbaraglia – popolato da specie animali molto spesso in via d’estinzione come amo dire spesso, diffondere la bellezza oggi è un fatto rivoluzionario, la mia rivoluzione si attua attraverso la fotografia”.Offrire l’opportunità ai cittadini della nostra regione di poter vedere nelle splendide sale del Museo Zoologico la mostra di Simone Sbaraglia, ci riempie di orgoglio – dice Maria Rosaria Ghiara, direttore del Centro Musei – Simone Sbaraglia ha un talento unico nello scovare la bellezza laddove per una pigrizia dello sguardo spesso dimentichiamo di cercarla. La Natura non è descritta come se fosse in posa, ma è sorpresa nel suo procedere e sembra suggerire allo spettatore di fermarsi un attimo, di indugiare e se lo spettatore accetta il suggerimento riuscirà a cogliere tutte le emozioni e i messaggi che le immagini trasmettono, messaggi in sintonia con quelli dei musei naturalistici della Federico II: tutelare la bio e la geo-diversità per salvaguardare il pianeta Terra.”