Penisola Sorrentina, gli operatori turistici: De Luca chiede di contenere i prezzi ma la Regione li aumenta

110

Gli operatori della filiera turistica della Penisola Sorrentina rispondono all’invito del Governatore della Campania a contenere i prezzi ma evidenziano una clamorosa contraddizione. “Cercheremo di seguire l’invito del Presidente De Luca di non aumentare i prezzi per evitare la concorrenza sempre più aggressiva dei competitor internazionali – si legge in una nota -. Occorre però non dimenticare che a seguito della pandemia e della guerra in Ucraina i costi di materie prime come petrolio, gas, elettricità, grano e derivati, etc. hanno subito aumenti a due cifre percentuali e che ci troviamo a gestire una situazione pesantissima. Tutto ciò senza alcun aiuto dal Governo Nazionale e Regionale. Abbiamo poi evidenziato al Presidente De Luca la stridente contraddizione tra il suo invito a non aumentare i prezzi e il clamoroso aumento del 50 % di Eav per il treno turistico Campania Express. Qualcosa non torna”. Firmato: Sergio Fedele, Presidente Atex Campania; Franco Cappiello, Presidente Aicast Macroarea Penisola Sorrentina; Mauro Di Maio, Presidente Nazionale Chiavi d’Oro Faipa; Vincenzo Ercolano, Presidente Confcommercio Sorrento; Gianluca Di Carmine, Presidente Confcommercio Piano di Sorrento; Giovanni Rosina, Associazione Charter Campania; Antonino Maione, Presidente Intarsiatori; Nino Fiorentino, Associazione Guide Sorrento; Fabio Colucci, Presidente Club dei 500; Giulio Galano, Presidente Le Chiavi D’Oro Campania Felix; Annamaria Staiano, Associazione Italiana Housekeeper; Salvatore Severi, Presidente Associazione Cuochi Penisola Sorrentina.