Penisola sorrentina, lettera di Abbac a De Luca: Necessaria una task force sulla mobilità

55
In foto una veduta di Sorrento

Mobilità in Penisola sorrentina, il presidente Abbac Agostino Ingenito ha inviato al presidente della Regione Vincenzo De Luca una lettera con la quale lo invita ad istituire una task force permanente sulla mobilità in Penisola Sorrentina in relazione alle problematiche attuali e in vista della programmazione europea per proposta di progetti integrativi sulla rete viaria , dei trasporti pubblici e dei servizi per la Penisola Sorrentina.
Di seguito il testo della lettera.

“Egregio Presidente,
si è appena provveduto ad inviare una nota al Prefetto di Napoli in relazione alla difficile situazione che si sta verificando in Penisola Sorrentina, in merito alla sicurezza, viabilità, rischio ponti e collegamenti, mobilità da e per Sorrento, abusivismo ricettivo e rischio sovraffollamento. In allegato trova la lettera. Nello specifico appare utile un intervento della Regione in merito a questi temi ed in particolare alla mobilità. Ecco perchè quest’associazione regionale di categoria, rappresentante degli operatori ricettivi extralberghieri, chiede l’istituzione di una task force permanente per la mobilità e i trasporti della Penisola Sorrentina. Raggiungere i Comuni della Penisola Sorrentina, una delle località turistiche più famose al mondo, e’oramai una avventura.Traffico stradale immane che determina file chilometriche.Trasporto ferroviario assolutamente inadeguato nonostante i recenti miglioramenti dell’Eav Vie del mare con orari limitati e problemi collegati ai mezzi disponibili nei porti per il trasporto di coloro che optano per traghetti e aliscafi. Una situazione che indigna e che impone una profonda autocritica sia alle Istituzioni regionali che soprattutto a quelle comunali incapaci, su una priorità così evidente, di mettere da parte le solite diffidenze tra i singoli municipi e affrontare una questione che ha precisi obiettivi da raggiungere nel breve, nel medio e nel lungo termine. Autocritica anche degli operatori locali che devono scendere in campo con maggiore energia e metodologia perché questo problema sta mettendo in tilt il sistema ricettivo sorrentino. Occorre immediatamente definire un metodo di lavoro con proposte e obiettivi. Occorre verificare subito se e quali fondi europei sono ancora eventualmente disponibili nella programmazione 2014 – 2020.Occorre immediatamente bloccare parte dei fondi 2020-2027 per progetti collegati ai trasporti della Penisola Sorrentina ed eventualmente estendere alla programmazione avviata. Occorre intraprendere con Eav un confronto per verificare azioni immediate sull’attuale linea sia per affrontare il grande progetto della Metropolitana della Penisola Sorrentina che dall’aeroporto di Capodichino dovrebbe prevedere un percorso che preveda una fermata a Piazza Garibaldi, Pompei-Vico-Meta-Piano-Sant’Agnello-Sorrento. Occorre rivedere completamente orari e collegamenti bus per i traghetti e per aliscafi. E garantire una mobilità intercomunale, potenziando il servizio Eav con corse special da e per i Comuni . Occorre affrontare i problemi immensi della viabilità stradale, che esploderanno maggiormente per i doverosi e immediati interventi sulla sicurezza di Viadotti e Gallerie. Inutile disperdere risorse in feste patronali e sagre se poi diventa impossibile raggiungere la Penisola. Inutile disperdere ad esempio i fondi della tassa di soggiorno se non si inquadrano precise misure, di vario livello, che diano ossigeno a un malato che muore. Inutile partecipare a fiere in tutto il mondo se poi non consentiamo ai nostri ospiti ma soprattutto ai nostri cittadini la possibilità di raggiungere le località della Penisola. Ecco perché’Abbac e la delegazione Penisola Sorrentina auspicano l’ immediata task force convocata dalla Regione Campania. La sua sensibilità verso i temi della sicurezza e fruizione del territorio e la disponibilità offerta è sprone per immaginare un percorso che possa consentire la risoluzione di queste annose problematiche acuite ulteriormente in questi ultimi mesi e che preoccupano e non poco i cittadini e gli operatori turistici.
Ringraziando per la disponibilità, si porgono cordiali saluti”.