Pensioni, pressing del Pd: “Rinviare aumento età”

21

Roma, 25 ott. (AdnKronos) – “Non tutti i lavori sono uguali. E non tutti i lavoratori hanno la stessa aspettativa di vita per le mansioni che fanno. Le norme volute dal governo Berlusconi e poi modificate dal governo Monti sull’aumento automatico dell’età pensionabile vanno riviste e per questo serve un rinvio dell’entrata in vigore del meccanismo”. Lo dichiara il vicesegretario del Pd, Maurizio Martina.

“I tempi per una discussione parlamentare a partire dalle commissioni preposte ci sono tutti ed io credo sia giusto prendersi tutto lo spazio utile per aggiornare questa decisione anche alla luce di nuove valutazioni”, conclude Martina.

Sull’innalzamento dell’età per la pensione “c’è una legge e la legge si applica. La legge andrà in applicazione all’inizio del 2019 e c’è oltre un anno di tempo. Se si vuole discutere e confrontarsi sul merito di questo tema, il tempo c’è”, interviene il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, a margine di Expo Training a Milano. A chi gli chiedeva se la nuova legge inciderà sull’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, Poletti ha risposto che “c’è una connessione ma non è automatica”.