Per mieloma multiplo resistente a cure, in arrivo farmaco allunga sopravvivenza

35

Milano, 12 nov. (Adnkronos Salute) – La speranza di “una svolta decisiva” per i malati di mieloma multiplo “plurirefrattari”, quelli che hanno già ricevuto diversi trattamenti e che non rispondono più alle cure. Allungare la sopravvivenza di questi pazienti è la promessa di belantamab mafodotin, un farmaco anti-Bcma (antigene di maturazione delle cellule B) approvato nell’Unione europea “come monoterapia per il trattamento della malattia in pazienti adulti che hanno ricevuto almeno 4 terapie precedenti – spiega una nota – la cui malattia è refrattaria ad almeno un inibitore del proteasoma, un agente immunomodulatore e un anticorpo monoclonale anti-Cd38, e che hanno dimostrato la progressione della malattia durante l’ultima terapia”. Sono “circa 200 ogni anno” i pazienti che in Italia potrebbero beneficiare del nuovo farmaco, la cui produzione avverrà per tutto il mondo nello stabilimento Gsk di Parma.