Perde l’alibus per controlli, gli agenti gli pagano il ticket. Gallipoli, turista ringrazia via mail: Vi sono debitore

54

Ha avuto un lieto fine la disavventura vissuta da un giovane turista straniero a Gallipoli, che ha rischiato di perdere l’aereo per Bergamo, a causa di un controllo antidroga della Polizia, con tanto di unita’ cinofile, alla fermata del bus che lo avrebbe dovuto portare allo scalo di Brindisi. L’autista del bus, intenzionato a rispettare la tabella di marcia, non ha aspettato che il controllo finisse ed e’ partito lasciandolo a terra. Gli agenti, pero’, per scusarsi di averlo messo in difficolta’, hanno deciso di pagare di tasca propria il biglietto per un servizio navetta privato che ha permesso al turista di non perdere l’aereo. “Avreste potuto fregarvene e non lo ha avete fatto. Vi sono debitore”, ha scritto il giovane in una mail di ringraziamento ai poliziotti. L’episodio e’ stato anche raccontato sulla pagina Fb della Polizia che ha ricevuto molti complimenti dai cittadini. Alla fermata del bus, ricostruiscono gli agenti, sono state identificate diverse persone. Tra i tanti, l’ultimo a essere controllato e’ stato il turista. “L’autista, nonostante la richiesta di attendere qualche minuto – spiega la Polizia – e’ ripartito rispettando doverosamente la tabella di marcia. I poliziotti, allora, vedendo il ragazzo affranto, hanno deciso di chiamare una navetta e pagargli il nuovo biglietto in modo da farlo arrivare in tempo per l’aereo”. Il giovane e’ stato “estremamente sorpreso per il gesto” e ha inviato un messaggio per esprimere la sua gratitudine. “Volevo ringraziarvi per il gesto che avete fatto e vi sono debitore – ha sottolineato in una mail accompagnata da due cuoricini – dopo che l’autista se n’e’ andato avreste potuto fregarvene ma siete stati molto gentili e disponibili. Grazie mille”. A volte – sottolinea la Polizia – per rendere il mondo un posto migliore, basta poco”.