Pericoli corteo No Tav fra temi discussi al Copasir

14

Roma 25 lug (AdnKronos) – di Sara Di SciulloA quanto apprende l’Adnkronos c’è stato anche il corteo No Tav di sabato in Val Susa tra gli argomenti affrontati nel corso dell’audizione del Direttore dell’Agenzia Informazioni per la Sicurezza interna (Aisi), generale Mario Parente, che si è svolta stamattina davanti al Copasir. Tra le potenziali minacce analizzate nel corso della lunga audizione, anche la protesta di sabato. Il direttore dell’Aisi, a quanto trapela, avrebbe sottolineato che sono stati attivati tutti i canali informativi, anche dei servizi collegati esteri, per acquisire elementi utili a prevenire disordini.

Il timore è quello del possibile arrivo in val di Susa di elementi antagonisti di paesi europei che potrebbero infiltrarsi nelle manifestazioni programmate e creare confusione e violenze, questo alla luce del “malcontento” diffuso in queste ore in ambienti e siti anarchici e antagonisti indispettiti dalla decisione del governo di dare il via libera alla Tav Torino-Lione, nonché per la condanna subita a Firenze da alcuni estremisti di sinistra per l’esplosione di un ordigno in una libreria ritenuta vicina a Casapound. Come già trapelato dall’Antiterrorismo c’è preoccupazione anche per possibili tentativi di emulazione rispetto al sabotaggio sulla linea ferroviaria dell’Alta Velocità a Firenze che nei giorni scorsi ha tagliato in due l’Italia.