Periferia smart: al via il primo bando Mibact per la riqualificazione urbana con l’intelligenza artificiale

93

Il ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo è già attivo sul fronte dell’intelligenza artificiale: la Direzione generale Arte e Architettura contemporanee e periferie urbane presenta, infatti, la prima edizione di “Periferia intelligente”. Si tratta di un bando volto al finanziamento di un progetto culturale che, attraverso l’intelligenza artificiale e la creatività contemporanea, promuove la riqualificazione delle periferie urbane. Al vincitore saranno destinati 50mila euro per realizzare, in una specifica area urbana compresa tra le 14 città metropolitane d’Italia, soluzioni creative di recupero, reinterpretazione e gestione dei territori interessati. Il progetto dovrà basarsi sullo studio di dati e metadati, prodotti dalla comunità residente, che saranno utilizzati da strumenti di intelligenza artificiale – come algoritmi di learning o reti neurali – allo scopo di migliorare una condizione critica di partenza. Il bando, spiega il Mibact, è rivolto a soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro attivi nell’ambito delle nuove tecnologie, eventualmente in associazione con realtà operanti nei settori della creatività contemporanea o della rigenerazione urbana. Il progetto dovrà avvalersi della collaborazione di artisti, designer, architetti, o professionalità creative in campo tecnologico, il cui coinvolgimento permetterà di costruire percorsi originali, innovativi e sensibili nei confronti dei destinatari. “Creatività e tecnologia costituiscono fattori vincenti per la riqualificazione delle periferie urbane. L’integrazione dei rispettivi linguaggi permette di sviluppare modelli innovativi per il miglioramento della qualità della vita di chi risiede nei territori marginali. Con questa iniziativa si consolida ulteriormente l’impegno del Mibact che sta mettendo a disposizione fondi per un totale di oltre 1 milione di euro, attraverso iniziative attente all’aspetto culturale e innovativo dei processi di riqualificazione urbana come ad esempio ‘Prendi parte!’ Agire e pensare creativo o Premio Creative living lab”, dice il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Alberto Bonisoli.