Pesanti sanzioni per chi viola nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati

36

Roma, 24 mag. (Adnkronos/Labitalia) – Le aziende e le pubbliche amministrazioni che entro maggio 2018 non si adegueranno al nuovo regolamento Ue 2016/679 sulla protezione dei dati “vanno incontro a sanzioni pesantissime perché le multe con il nuovo regolamento europeo potranno arrivare a venti milioni di euro o addirittura al 4% del fatturato annuo globale mondiale. Quindi pubbliche amministrazioni e aziende devono correre ai ripari e attivarsi per tempo per raggiungere la conformità entro il 25 maggio del 2018”. Così Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy, con Labitalia, a margine di un woorkshop sul tema tenutosi al Palazzo dell’Informazione a Roma.

In questo percorso, ha continuato Bernardi, “può essere d’aiuto una figura centrale che è quella del responsabile della protezione dei dati o Data protection officer”.

“Una figura -ha concluso- che da una parte ha l’obbligo di vigilare che le regole siano effettivamente rispettate, ma dall’altra ha anche il compito di consigliare, di dare pareri alle aziende per fare in modo che possano effettivamente adeguarsi”.