Phse, trasporto vaccini anti-Covid: ha radici napoletane la logistica “del freddo”

106

L’italiana Phse è, a livello globale, tra le poche aziende in grado di trasportare i vaccini anti-Covid tra 2 ed 8 gradi sotto zero, occupandosi a livello internazionale del trasporto e della distribuzione di farmaci ospedalieri a temperatura controllata. Presente anche all’estero con tre sedi (a New York, Londra e Singapore) ora rafforza la sua presenza internazionale tramite l’acquisizione di Tek Freight, azienda leader nel trasporto via terra di farmaci e campioni biologici dalla Gran Bretagna verso l’Europa e viceversa. Una operazione che potenzia quindi oltremanica la rete distributiva di Phse anche in relazione al trasporto dei vaccini Covid a temperatura controllata. Con una quota di mercato pari a circa il 50% in Italia ed oltre 5mila spedizioni al giorno, Phse ha registrato una crescita del 14% nel 2020, trainata anche dal forte sviluppo del canale homecare che permette la continuità terapeutica per i pazienti impossibilitati ad accedere alle strutture ospedaliere a causa della pandemia in corso. L’impresa nasce nel 1999 come Pharmaservice, ditta fondata da Andrea e Carlo Cerchia in provincia di Napoli, quindi trasferita a Fiano Romano per poi prendere il nome definitivo nel 2006 Phse (Pharma Healthcare Supply Chain Experts) e, dal 2011, operativa esclusivamente nel settore della logistica clinical trial. L’anno seguente decide di iniziare a investire per diventare un leader anche nel mercato della distribuzione farmaceutica. In quattro anni l’azienda avvia nove sedi proprie, ponendo il suo quartier generale a Legnano, vicino Lodi. Dal 2014 al 2018 apre le sue sedi all’estero e, nel 2019, entra la nuova proprietà dell’imprenditore Eddy De Vita e di Nb Aurora che acquista il 70% delle azioni. Nell’ultimo anno Phse ha potenziato la rete di distribuzione dell’ultimo miglio in Italia, grazie anche all’apertura del nuovo hub logistico di Lodi.