Piano C, Elle Active! e Philip Morris Italia, con “Back to Work” sostegno alle donne

58

Cambiare, dare valore al proprio talento e scoprire attitudini e lati della propria personalità nascosti. Sono questi i pilastri su cui poggia Back to Work: Donne, lavoro e la voglia di cambiare in meglio, iniziativa dedicata all’ empowerment femminile e di supporto al reinserimento nel mondo del lavoro.

L’IQOS Embassy di Napoli ha ospitato l’ultima tappa del progetto, promosso da Piano C, realtà no profit di riferimento nel settore, Elle Active! e Philip Morris Italia. Si è discusso soprattutto di Diversity & Inclusion, con le testimonianze di Stefania Brancaccio, Vice Presidente Coelmo e Roberta Fracavilla, Direttrice Risorse Umane Unilever, Napoli, professioniste che si sono affermate, ignorando preconcetti su genere in contesti lavorativi ancora prettamente maschili.

“La diversità, l’inclusione e il cambiamento sono temi sui quali ci impegniamo con attenzione e responsabilità – ha detto Natasa Milosevic, Direttrice Marketing Philip Morris Italia –. Vogliamo trasformare completamente il nostro business, per dare vita a un futuro senza fumo, grazie a prodotti come IQOS che sostituiscano il prima possibile le sigarette. Per questo è fondamentale intraprendere un percorso di radicale trasformazione culturale anche all’interno della nostra azienda, puntando su una maggiore inclusione delle donne come leva del cambiamento”.

“Cambiare si può è il tema della prossima edizione di Elle Active! che si terrà il 10 e 11 novembre 2018 presso l’Università Bicocca di Milano. Il forum, dedicato al lavoro delle donne e ai temi dell’empowerment femminile è giunto alla sua terza edizione in Italia” – ha spiegato Elena Mantaut, direttice di ELLE – “lo scorso anno ha coinvolto oltre 5000 donne che hanno preso parte a circa 1000 appuntamenti, tra workshop formativi, interventi di relatori e istituzioni, attività di consulenza, mentoring e formazione”.

Ma in cosa consiste il programma Back to Work? “Molte donne tendono a cercare lavoro ripercorrendo strade già note, senza osare cambiare rotta – afferma Sofia Borri, Direttrice Generale di Piano C – Con questo progetto vogliamo aiutare le donne a pensare a loro stesse come a un patrimonio di talento, esperienza e personalità da valorizzare e di mettere al centro delle loro scelte professionali la voglia di essere felici, gratificate e parte attiva del tessuto produttivo”.

Fino all’ 8 ottobre sarà possibile iscriversi sul sito di Piano C http://www.pianoc.it/back-to-work-cambiare-si-puo/

Attraverso un sistema di valutazione verrà poi redatta una lista di 30 candidate che parteciperanno a una giornata di formazione e a un ulteriore livello di selezione da cui uscirà la rosa delle 5 finaliste. Queste ultime saranno presentate al Forum Elle Active! del 10 e 11 novembre presso l’Università Bicocca di Milano e inizieranno un percorso di riprogettazione professionale a Piano C della durata di 4 mesi, tra novembre 2018 e febbraio 2019.

Ha affermato Stefania Brancaccio: “il futuro di ognuno di noi è legato al nostro coraggio: il coraggio di assumersi la diretta responsabilità di realizzare una vita piena; il coraggio di superare la paura dei propri limiti; il coraggio di mantenere e difendere, anche con forza, la propria identità di donna”

Secondo Roberta Francavilla, HR Business Partner della fabbrica di Caivano di Unilever Italia: “l’empowerment femminile è da considerarsi un asset fondamentale per la crescita di ogni business, da perseguire lato aziende grazie a tutti gli strumenti utili ad ottimizzare il tempo delle donne e andare incontro alle loro esigenze”.