Piano Cinema 2018, la Regione approva l’avviso pubblico

36

La Giunta regionale della Campania ha approvato il Piano operativo annuale di promozione dell’attivita’ cinematografica e audiovisiva per l’anno 2018, in attuazione del Programma triennale di interventi (2017-2019), sulla base degli incontri svolti con i rappresentanti professionali del comparto e della relazione redatta dalla Fondazione Film Commission Regione Campania. Il Piano operativo copre l’intera filiera di comparto e segue le indicazioni della strategia dettata dal Presidente Vincenzo De Luca che, tra gli obiettivi prioritari da perseguire, prevede . La distribuzione delle risorse e’ declinata in diverse sezioni. Alla “Produzione cinematografica” sono assegnati 1.497.500 euro per le opere audiovisive di durata superiore a 52 minuti (categoria “A”); e 652.500 euro per le opere audiovisive di durata pari o inferiore a 52 minuti (categoria “B”). Per quanto riguarda la “Promozione della cultura cinematografica” sono assegnati: 937.500 euro per i Festival, 312.500 euro per le Rassegne e i Premi cinematografici e audiovisivi e 200.000 euro per le attivita’ di associazioni di cultura cinematografica, cine-circoli e cine-studio. Agli esercizi cinematografici sono assegnati 850.000 euro, di cui 595.000 euro per le sale dotate di un massimo di 7 schermi; 42.500 euro per i “multiplex” e i “megaplex”; 127.500 euro per le attività di valorizzazione e potenziamento della funzione sociale dell’esercizio; 42.500 euro per il sostegno all’adeguata presenza di esercizi cinematografici nei centri storici e in zone periferiche e/o svantaggiate; 42.500 euro per le azioni dirette alle agevolazioni per i disabili, i giovani e le famiglie nelle sale dei piccoli centri, aree periferiche o centri storici. Alla Film Commission Campania sono destinate le somme necessarie per l’attuazione della legge regionale sul Cinema, la mediateca, l’aggiornamento professionale, i nuovi linguaggi e la gestione del Fondo ospitalita’ per i programmi televisivi. Tra le novita’ piu’ rilevanti del Piano annuale 2018, approvate in un’ottica di semplificazione dell’accesso alle risorse disponibili, va sottolineata l’istituzione delle nuove categorie per la produzione cinematografica (“A” e “B”), in coerenza con le definizioni ministeriali. Inoltre, per le produzioni che hanno la caratteristica di “Low Budget” sono previste condizioni di semplificazione.