Pianoforte Holding, 55 mln da Banca Intesa e Sace. Cimmino: Serviranno a rafforzare i nostri marchi nel mondo

123
Luciano Cimmino
in foto Luciano Cimmino

Pianoforte Holding, gruppo globale nato dall’unione di due brand italiani come Yamamay (Inticom Spa) e Carpisa (Kuvera Spa), ha ottenuto da Intesa Sanpaolo, capofila di un pool di banche composto da UniCredit, Banco Bpm, Monte dei Paschi di Siena, Bnl e Bper Banca, un finanziamento di 55 milioni di euro, garantito in tempi brevi da Sace tramite Garanzia Italia, lo strumento del Decreto Liquidità destinato al sostegno delle imprese italiane colpite dall’emergenza Covid-19. Ne dà notizia una nota congiunta. Il finanziamento, come previsto dal Decreto, è finalizzato a garantire gli investimenti realizzati dall’azienda e a fornire il supporto necessario al business della Pianoforte Holding. “Con oltre 1.200 negozi in Italia e all’estero, Pianoforte Holding promuove lo stile e la qualità italiani nel mondo, frutto della consolidata esperienza delle famiglie Carlino e Cimmino nella distribuzione retail” si legge nella nota. Il Gruppo è altresì un importante punto di riferimento del sistema Paese grazie a più di 2.000 dipendenti in Italia. A seguito dei provvedimenti di chiusura dei negozi disposti dal Governo, l’azienda ha prontamente elaborato un piano di recovery delle sue attività funzionale a mantenere integra la sua capacità di presentarsi nuovamente al mercato non appena superata la fase più critica delle misure di tutela sanitaria, ed anzi a rilanciarla per il futuro.
Sanpaolo, dall’inizio dell’emergenza, ha immediatamente messo in atto una serie di misure concrete per dare supporto alle imprese: dopo aver elevato a 50 miliardi di euro l’ammontare di risorse in termini di credito messe a disposizione del Paese, sospeso le rate dei finanziamenti e aderito all’anticipo della Cassa integrazione in deroga, è operativa su tutte le possibili soluzioni previste dal Decreto Liquidità, fornendo così il supporto necessario alle imprese di piccole, medie e grandi dimensioni. Simonetta Acri, Chief Mid Market Officer di Sace spiega che “attraverso questa operazione Sace sostiene, in sinergia con il sistema bancario, il business di due brand, come Carpisa e Yamamay, che rappresentano delle eccellenze italiane della distribuzione retail e che concorrono attivamente al successo del Made in Italy nel mondo. Con Garanzia Italia continuiamo ad affiancare imprese che contribuiscono attivamente alla crescita economica del Paese che, come il Gruppo Pianoforte, in questo momento particolarmente complesso, necessitano del giusto supporto per guardare con ottimismo al proprio domani” afferma. Per Luciano Cimmino, presidente di Pianoforte Holding, “con l’avvenuta sottoscrizione ed erogazione del contratto di finanziamento ottenuto da un pool di banche, con Intesa Sanpaolo capofila, il Gruppo Pianoforte, con advisor Vitale&Co, ha concluso con soddisfazione l’iter dell’operazione finanziaria garantita da Sace nell’ambito dei provvedimenti previsti dal relativo decreto. Ne beneficiano i marchi ‘Yamamay e Carpisa’ che intendono continuare a mantenere sul mercato l’attuale posizione di estrema visibilità, proseguendo nei programmi di sviluppo sostenibile per garantire livelli di eccellenza e sicurezza per tutti. Con determinazione ed una chiara visione del futuro, Yamamay e Carpisa puntano a trasformare in un’opportunità le difficoltà attuali causate dal virus nell’economia mondiale”.