Piccole imprese resilienti

146

La ripresa che aveva caratterizzato gli anni dal 2013 al 2018 ha esaurito il suo slancio. Questo il messaggio che lancia Cerved nel rapporto 2019 analizzando una platea di 157mila Pmi. Di queste 130mila sono piccole e poco più di 26mila sono medie imprese e occupano in totale oltre 4 milioni di lavoratori.
La congiuntura economica continua ad essere caratterizzata da incertezza dovuta a due principali cause: la aggressiva politica commerciale americana e il rallentamento in atto dell’economia tedesca. Di conseguenza il Cerved stima una crescita al di sotto di un punto percentuale in termini reali nel prossimo triennio. Nonostante lo scenario avverso, il tessuto delle Pmi sarà resiliente, le imprese giocheranno in difesa, crescendo poco ma con profili solidi in termini patrimoniali e con bassa rischiosità dei bilanci.
Infatti, secondo uno specifico score di Cerved, crescono le Pmi con bilanci solidi che rappresentano più della metà della platea (56%) e diminuiscono quelle a rischio al 12%.
Gli investimenti, grazie soprattutto agli incentivi di Industria 4.0, sono in forte crescita nel 2018 specie per le imprese manifatturiere. Tuttavia i livelli di investimento rimangono largamente inferiori a quelli pre-crisi.
Un dato molto incoraggiante è il potenziale della piccola e media impresa italiana. Tenendo conto delle imprese che si collocano in area di sicurezza finanziaria, queste potrebbero finanziare in proprio investimenti per 133 miliardi di euro, che sarebbe un incredibile volano per una vera e propria rinascita del nostro Paese. Tutto questo sarebbe possibile anche grazie alla politica ultra espansiva della BCE con cui le Pmi hanno potuto rafforzare il capitale e ridurre il peso dei debiti anche se il ritardo dei pagamenti fra imprese private è tornato ad aumentare nel 2019. Su questo fronte, il valore delle risorse che potrebbe essere liberato si aggira intorno ai 40 miliardi. Uno scenario in chiaro scuro – quello tracciato da Cerved – che conferma la resilienza e la forza del nostro sistema industriale.