Pietrarsa, le pochette in seta targate Miriam Ruocco si ispirano a Capri e alle ferrovie borboniche

171

La tradizione industriale napoletana sposa quella artigianale. Domenica 15 dicembre nella “Sala delle Locomotive” del Museo Ferroviario di Pietrarsa, è toccato alla giovane stilista Miriam Ruocco (Lab “Artigiani di Emozioni”) presentare le sue pochette in seta, realizzate per la Fondazione Ferrovie dello Stato: fazzoletti “in seta 100% made in italy – si legge in una di presentazione – realizzati completamente a mano, che richiamano antiche maioliche capresi con una orlatura di simboli iconografici delle Ferrovie quali le traversine borboniche ed il primo logo delle FS con il simbolo alato”.
La realizzazione è il frutto di un progetto di collaborazione tra la stilista e il direttore generale della Fondazione, Luigi Francesco Cantamessa. Ma non si tratta della prima esperienza di questo genere per la Fondazione. Il 1° dicembre scorso, sempre a Pietrarsa, era stata presentata la collezione di foulard e cravatte a tema realizzata in esclusiva per la Fondazione FS Italiane da da Maison Cilento 1780.
“La collaborazione con la Fondazione FS rappresenta – commenta Miriam Ruocco – un momento di grande prestigio per il mio Lab. La Fondazione sta promuovendo le bellezze e le tradizioni artigianali dei nostri territori, straordinari valori che nel piccolo il mio Lab cerca di trasmettere tramite le sue creazioni”. “Il dettaglio e la bellezza fa la vittoria dei grandi progetti – osserva Cantamessa – con Miriam abbiamo realizzato una partnership grazie ad un bellissimo esempio di artigianalità locale, per un prodotto ideale a portare con se una piccola testimonianza di made in italy e della storicità delle FS italiane”.