Pink vibes a La Reggia Designer Outlet con Wine&Thecity

31

Pink vibes a La Reggia Designer Outlet con Wine&Thecity: mercoledì 15 Giugno la moda si mescola al vino nelle boutique del Centro di Marcianise. Calici, vini rosati e sommelier allietano la shopping experience dell’Outlet del gruppo McArthurGlen. Dopo la prima giornata di mercoledì scorso, dedicata ai vini bianchi, si prosegue con il rosa, colore del vino e della moda. A partire dalle 18 e fino alla chiusura, alle ore 21:00, vetrine e allestimenti saranno in rosa all’insegna delle Pink vibes. In ognuno dei negozi aderenti all’iniziativa un Sommelier AIS (Associazione Italiana Sommelier) della delegazione di Caserta, condurrà la degustazione. Nella Piazza Delle Palme musica jazz e social wall: dalle 19 si esibirà live il sassofonista Pietro Santangelo con le sue note jazz. La mappa dei negozi e di tutti i vini in degustazione sarà consultabile con il proprio smartphone inquadrando il QR code stampato sui totem all’arrivo al Centro. Ogni negozio esporrà uno stendardo identificativo di Wine&Thecity.

Di seguito tutti i negozi aderenti e le aziende vinicole presenti all’appuntamento del 15 giugno:

Bervicato > Fontanavecchia
Camomilla > Terredora
Coach > San Salvatore 1988
Coccinelle > Fattoria La Rivolta
Flavio Castellani > Di Majo Norante
Furla > Mastroberardino
Guess Accessories > Tasca d’Almerita
Intrend > Feudi di San Gregorio
Feudi Spada
Naima > Cantavitae
Patrizia Pepe > Casale del Giglio

La Rassegna si conclude mercoledì 22 giugno con outfit frizzanti e festosi per un pomeriggio decisamente Sparkling come le bollicine italiane che saranno proposte in degustazione. Gran finale il 22 giugno con Angela Cirillo al violino elettrico. Wine&Thecity nasce nel 2008 a Napoli da un’idea di Donatella Bernabò Silorata e da allora conserva tenacemente la propria identità di impresa culturale privata. L’idea creativa che muove il progetto, ogni anno diverso nelle sue proposte, è il vino inteso come collettore e moltiplicatore di opportunità, come occasione di experience ed esplorazioni sul territorio. “Coltiviamo ebbrezza creativa, mettiamo in moto la città, andiamo alla scoperta di luoghi mai visti o semplicemente dimenticati. Siamo nomadi e trasversali, parliamo molti linguaggi. Ci piace la contaminazione, sovvertiamo gli stereotipi. Crediamo nella pluralità di voci e nel vino come espressione culturale” è il manifesto della rassegna che dal 2008 ha cambiato il maggio napoletano.