Pinna nuovo decano del corpo consolare di Sardegna

93
È Gabor Pinna, console onorario di Ungheria, il nuovo decano del Corpo Consolare della Sardegna. Subentra al console di Finlandia, Roberto Chessa, che termina l’incarico di vertice per raggiunti limiti d’età. Nella Sala Consiliare del Palazzo Regio a Cagliari, Pinna è stato eletto per acclamazione dai 25 consoli del Corpo Consolare della Sardegna (CCS), in rappresentanza di altrettanti Paesi stranieri.
A seguire, su proposta del nuovo decano, è stato rinnovato il consiglio di decanato che risulta composto, oltre che dallo stesso Decano, anche dal segretario generale Martino Contu, console dell’Uruguay, e da quattro consiglieri: Cristina Ricci, console dei Paesi Bassi; Stefano Oddini Carboni, console della Repubblica Ceca; Salvatore Floris, console del bangladesh, tutti riconfermati, con una new entry, Anthony Grande, console dell’Ucraina, come relazionato il Giornale Diplomatico.
Al termine dei lavori assembleari, è stato avviato un confronto sullo sviluppo del turismo internazionale in Sardegna con l’intervento di Alessandro Sorgia, assessore del Comune di Cagliari alle Attività Produttive, Turismo e Promozione del Territorio. Nel suo intervento si è soffermato sulle potenzialità di sviluppo del turismo nel capoluogo sardo e sull’apporto concreto che il Corpo Consolare di Sardegna potrebbe fornire, non solo a Cagliari ma nei comuni della Sardegna, nell’ottica della cosiddetta “Diplomazia delle Città”, per avviare e utilizzare, come ribadito anche dal neo decano, strumenti e pratiche per una centralità strategica internazionale dei nostri centri urbani.
È seguito l’intervento di Isabel Vera Santiago, presidente dell’associazione “Eurinsola”, centrato sulle potenzialità di sviluppo del turismo insulare mediterraneo e che ha anticipato i contenuti della “Island of Europe 1° Intercultural Forum” che si terrà a Cagliari i giorni 18 e 19 maggio 2023, con la partecipazione del Corpo Consolare della Sardegna.
L’organismo associativo diplomatico ha accettato di collaborare al progetto di “Eurinsola”, intitolato “Islas del Mar Project”, finalizzato a creare un confronto tra modelli di sviluppo delle isole del Mediterraneo, ma anche degli arcipelaghi atlantici delle Canarie e delle Azzorre.