Pmi, da Bruxelles 7,2 mln per assumere ricercatori e trasformare le loro idee in business

70

Si chiama “H2020 SME Innovation Associate” ed è la nuova iniziativa pilota rivolta alle Pmi lanciata dalla Commissione Europea. Si tratta di un nuovo schema di finanziamento che mira ad aiutare le piccole e medie imprese e le start up ad assumere, per un anno, ricercatori qualificati che provengono dall’estero per sviluppare nuove idee di business. Il bando prevede un budget complessivo di 7.200.000 euro.

Beneficiari
L’iniziativa è riservata, da un lato, alle Pmi, incluse le start-up, con sede in uno dei Paesi dell’Unione Europea o in uno Paese associato ad Horizon 2020, dall’altro a ricercatori in possesso di un titolo di dottorato o di almeno quattro anni (full time equivalent) di esperienza.
Essendo un programma di mobilità, centrale è la “regola di mobilità”: il ricercatore, di qualunque nazionalità, non dovrà aver risieduto o lavorato nel Paese della Pmi richiedente per più di 12 mesi negli ultimi tre anni.

Risorse in palio
La Commissione Europea prevede di poter finanziare complessivamente 90 “borse di mobilità”. I benefici, sia di natura finanziaria che di servizi messi a disposizione, consistono nella visibilità su Euraxess dell’offerta di lavoro, per poter raggiungere una platea più ampia; partecipazione gratuita ad un programma di formazione di base, sia off line per una dozzina di giorni, sia online, sui temi dell’innovazione industriale e del business management per tutti i ricercatori selezionati e per i loro supevisor aziendali, gestito dalla Commissione; partecipazione a programmi di formazione personalizzati organizzati dall’impresa; supporto finanziario all’impresa per coprire i seguenti costi: salario del ricercatore per 12 mesi, per un importo competitivo per gli standard di mercato nazionale dell’impresa; costi di trasferimento del ricercatori, fino ad un massimo di 5.000 euro; costi di viaggio, vitto e alloggio per le attività di formazione

Fase 1
Le imprese hanno tempo fino al 30 giugno 2016 per presentare una proposta alla Commissione, partecipando al bando “Innosup-02-2016 – European Sme Innovation Associate – pilot” pubblicato sul Participant Portal. La proposta dovrà includere piano di selezione e assunzione, descrizione della profilo ricercato e della posizione offerta; il testo dell’inserzione di offerta di lavoro da pubblicare su Euraxess e altri media; informazioni sulla tipologia contrattuale e sulla remunerazione.
Parallelamente, l’impresa potrà (se vorrà) pubblicare su Euraxess nonché su altri portali, una manifestazione di interesse: in tal modo potrà verificare l’attrattività della loro idea di business e della posizione offerta ed eventualmente migliorarla prima della scadenza del bando (è bene ricordare che è possibile ri-presentare nuove versioni della proposta fino all’ultimo minuto, anche dopo aver fatto un primo invio).
Ad esempio, in base alle risposte ricevute, potrà rivedere le caratteristiche del profilo, i compiti assegnati, la remunerazione offerta o la forma contrattuale proposta, per cercare di raccogliere un numero sufficiente ma non eccessivo di candidature tra le quali selezionare l’Innovation Associate.

Fase 2
La fase 2 va dal primo luglio 2016 al 28 febbraio 2017: per quanto riguarda la richiesta di contributo, questo è il periodo che la Commissione si riserva per valutare le proposte ricevute dalle Pmi. Entro la fine di marzo 2017 saranno selezionate le 90 imprese che hanno presentato il miglior progetto in base ai criteri di selezione definiti.
Parallelamente, ciascun impresa potrà decidere se rendere pubblicare su Euraxess l’offerta di lavoro a prescindere dal ricevimento del contributo comunitario. In tale modo, se l’azienda individua un candidato adeguato, potrà assumerlo immediatamente. In tal caso, però, l’azienda non potrà più accedere al contributo finanziario né godere del programma di formazione previsto dalla Commissione.

Fase 3
Nella terza fase, che va dal primo marzo 2017 al 30 agosto 2018, le imprese i cui progetti sono stati selezionati dovranno pubblicare l’offerta di lavoro su Euraxess e altri portali (da inizio marzo a fine aprile 2017).
Tra maggio e giugno 2017 si dovranno tenere i processi di selezione, che sono a cura dell’impresa. La Commissione vigilerà solo sul rispetto delle condizioni di ammissibilità dei candidati, ossia sul possesso di dottorato o esperienza e sul rispetto della regola di mobilità.
Il contratto di lavoro e mobilità inizierà per tutti gli Innovation Associate il 1° settembre 2017 e durerà un anno intero.

SCARICA IL BANDO

Risorse complessive
7,2 milioni di euro

Chi può partecipare
Pmi, incluse le start-up, con sede in uno dei Paesi dell’Unione Europea o in uno Paese associato ad Horizon 2020
Ricercatori in possesso di un titolo di dottorato o di almeno quattro anni (full time equivalent) di esperienza
Imprese da selezionare
90 in tutto

Scadenza
40 giugno 2016