Pmi: Elite Day, prima conferenza internazionale comunità globale Elite

7

Milano, 1 ott. (Labitalia) – Le piccole e medie imprese ad alto potenziale, dinamiche e ambiziose sono fondamentali per la futura prosperità economica globale, contribuendo a creare nuove opportunità di lavoro e crescita economica nei paesi in via di sviluppo e in quelli sviluppati in tutto il mondo. Questo il tema emerso oggi durante l’evento internazionale Elite Day, a Milano. Lanciato nel 2012, Elite è programma di sostegno finanziario e di raccolta di capitali del London Stock Exchange Group che aiuta le pmi internazionali a prepararsi e strutturarsi per gli investimenti esterni, a potenziare la fase successiva del loro sviluppo e ad accedere ai mercati dei capitali. E’ un programma pratico che offre al management una rete di supporto globale e gli strumenti per accelerare la crescita. Offre inoltre alle società l’accesso alla propria piattaforma privata di collocamento per raccogliere capitali (azioni, debito e convertibili) da un’ampia gamma di investitori.

Oltre 900 aziende provenienti da 32 paesi fanno parte della comunità Elite con più di 66 miliardi di ricavi combinati e circa 400.000 persone impiegate in tutto il mondo. Elite è una rete globale che vanta collaborazioni in tutta Europa, Stati Uniti, India, Cina, Sud America e Africa. Recentemente, la National stock exchange indiana e Elite hanno firmato un protocollo d’intesa per esplorare l’opportunità del lancio di Elite in India nel 2019. Durante l’Elite Day, Elite ha annunciato lo sviluppo negli Stati Uniti con la firma di un accordo con JobsOhio, la società no-profit finanziata privatamente che promuove la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo economico per lo stato dell’Ohio, il primo stato Usa ad offrire il programma Elite. Questa collaborazione fornirà alle ambiziose aziende ‘midmarket’ degli Stati Uniti l’accesso al programma di formazione di Eliteper sostenere la loro crescita.

“Elite -ha commentato Raffaele Jerusalmi, amministratore delegato di Borsa Italiana e presidente di Elite- continua ad avere un successo importante non solo in Italia ma anche all’estero. Sono 32 i Paesi in cui è presente e oltre 900 le società di tutto il mondo che fanno parte della piattaforma. Siamo felici di avere oggi al primo Elite Day un’importante rappresentanza di aziende internazionali che con il loro entusiasmo confermano quanto Elite stia diventando sempre più un punto di riferimento, uno strumento fondamentale per le aziende di tutto il mondo”.

“Elite -ha affermato- ha l’obiettivo di accelerare il processo di crescita e internazionalizzazione delle aziende attraverso un processo graduale di avvicinamento degli imprenditori al miglior utilizzo dei mercati finanziari. Negli ultimi anni la consapevolezza di dover considerare forme di finanziamento complementari al tradizionale sistema bancario è cresciuta notevolmente e il cambiamento è già in atto: oltre il 30% delle aziende Elite ha realizzato operazioni di finanza straordinaria attraverso M&A, fondi di private equity e venture capital all’emissione di bond e quotazione”.

“Negli ultimi sei anni Elite -ha ricordato Luca Peyrano, ceo Elite- è diventato un programma globale che copre 32 Paesi e un’ambizione comune: facilitare le aziende nell’accesso al capitale, alle competenze e al network per accelerarne la crescita. Per questo motivo abbiamo deciso di organizzare Elite Day: il primo evento globale di tutta la nostra community in cui aziende e partner Elite si uniscono per condividere la loro visione e le opportunità per il futuro”. “Oggi -ha aggiunto- all’interno dell’ecosistema Elite vengono facilitate e spesso si creano spontaneamente nuove opportunità di scambio e condivisione che consentono alle imprese di crescere, fare fronte comune e affrontare sfide a livello globale. Elite Day è un evento unico focalizzato sul networking, sulla condivisione, sulla vision e sul dibattito sugli argomenti chiave ed emergenti dell’economia internazionale. Un momento centrale di ritrovo della business community internazionale”.

“Una prima edizione -ha sottolineato Luca Peyrano- di un appuntamento mondiale dell’economia che diventerà un incontro ricorrente per discutere dei temi più importante dell’economia globale. Un grazie di cuore a tutti coloro che, arrivati da ogni parte del mondo oggi a Milano, stanno contribuendo con presenza, know-how, desiderio di condivisione e di mettersi in gioco al successo di questa giornata”.