Pmi più moderne e competitive
Campania, bando da 6,3 milioni

18

Migliorare la competitività delle aziende agricole attraverso la realizzazione di interventi di ammodernamento: è l’obiettivo del nuovo bando aperto dalla Regione Campania a valere sulla Misura 121 del Psr (Programma di Migliorare la competitività delle aziende agricole attraverso la realizzazione di interventi di ammodernamento: è l’obiettivo del nuovo bando aperto dalla Regione Campania a valere sulla Misura 121 del Psr (Programma di sviluppo rurale) 2007-2013 che mette sul piatto risorse complessive per 6,3 milioni di euro. Processi di ammodernamento Gli interventi di ammodernamento dovranno mirare a ridurre i costi di produzione, innalzare il livello qualitativo delle produzioni, favorire la riconversione produttiva con particolare riferimento al settore tabacchicolo e bieticolo, migliorare l’igiene e il benessere degli animali e la salute delle piante, perseguire il risparmio idrico ed energetico e la tutela dell’ambiente. Tali obiettivi potranno essere conseguiti attraverso il finanziamento di quattro tipologie di investimenti: tecnologie per il risparmio idrico, miglioramento dell’efficienza energetica, meccanismi di prevenzione contro gli effetti negativi di eventi estremi connessi al clima, investimenti connessi alla produzione lattierocasearia bovina. Beneficiari Possono beneficiare dell’intervento imprenditori agricoli, singoli o in forma societaria, le cooperative, i consorzi di cooperative e le cooperative sociali agricole, titolari di imprese iscritte nell’apposito registro delle Camere di commercio che conducono terreni o allevano animali. Regime di incentivazione Per la realizzazione degli interventi della Misura 121 del Psr sono previsti incentivi sotto forma di contributo in conto capitale. Il finanziamento pubblico che può essere riconosciuto a ciascuna azienda agricola, per l’intero periodo di programmazione 2007-2013, è fissato in 5 milioni di euro. All’interno di questo limite è consentita alla stessa azienda la possibilità di richiedere il finanziamento di più progetti di investimento. Una corsia preferenziale sarà riservata alle imprese giovani o guidate da giovani: aziende costituite in maggioranza numerica da imprenditori di età anagrafica inferiore a 40 anni al momento della presentazione della domanda; rappresentate legalmente da un imprenditore agricolo di età inferiore a 40 anni, in possesso dei requisiti soggettivi richiesti per l’accesso ai benefici della misura 112 del Psr; costituite da non più di 5 anni. Domande e documentazione Il termine ultimo per partecipare al bando regionale è fissato al prossimo 30 aprile 2015. Gli interessati dovranno far pervenire al Servizio territoriale provinciale competente (quello nel cui territorio ricade la superficie aziendale oggetto degli investimenti fissi o la maggior parte di essi), la richiesta di finanziamento; il formulario di presentazione del progetto d’investimento; la relazione tecnica economica a supporto dell’intervento; il piano di miglioramento aziendale, corredato dalle autorizzazioni amministrative eventualmente occorrenti; una scheda di autovalutazione compilata dal richiedente; documentazione amministrativa. Scadenze Il progetto finanziato dovrà risultare totalmente realizzato entro il 15 novembre 2015: tale termine include anche la gestione amministrativa dell’intervento. Le domande di saldo degli aiuti concessi, corredate da tutta la documentazione amministrativa richiesta per la relativa istruttoria, vanno inviate entro il 30 novembre 2015.


Risorse complessive 6,3 milioni di euro Tipologie di investimento Tecnologie per il risparmio idrico Miglioramento dell’efficienza energetica Meccanismi di prevenzione contro gli effetti negativi di eventi estremi connessi al clima Investimenti connessi alla produzione lattierocasearia bovina Chi può partecipare Imprenditori agricoli, singoli o in forma societaria Cooperative Consorzi di cooperative Cooperative sociali agricole Titolari di imprese iscritte nell’apposito registro delle Camere di commercio che conducono terreni o allevano animali Scadenza 30 aprile 2015 Conclusione degli interventi Entro il 15 novembre 2015 Domande di saldo Entro il 30 novembre 2015
DRD_24-23-03-15.pdf