Pmi: ricerca e sviluppo, le agevolazioni da lunedì

58

Progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale nei settori tecnologici individuati dal programma Horizon 2020: aprirà lunedì prossimo 27 ottobre (ore 9) lo sportello per l’accesso alle agevolazioni del primo Progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale nei settori tecnologici individuati dal programma Horizon 2020: aprirà lunedì prossimo 27 ottobre (ore 9) lo sportello per l’accesso alle agevolazioni del primo bando finanziato con il Fondo per la crescita sostenibile. Le risorse disponibili ammontano a 300 milioni di euro, di cui il 60 per cento è riservato agli interventi proposti dalle piccole e medie imprese. Il bando, attuato con procedura “a sportello” finanzia progetti di importo compreso fra 800mila euro e i 3 milioni. Possono accedere alle agevolazioni, sia in forma singola che associata, le imprese di piccola, media e grande dimensione che svolgano attività industriale diretta alla produzione di beni e servizi; attività di trasporto per terra, acqua e aria; imprese agro–industriali che svolgano prevalentemente attività industriale; imprese artigiane, ma anche centri di ricerca con personalità giuridica e organismi di ricerca. E’ possibile accedere alle agevolazioni per finanziare l’attuazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie all’interno di dieci settori: tecnologie dell’informazione e della comunicazione; nanotecnologie; materiali avanzati; biotecnologie; fabbricazione e trasformazioni avanzate; spazio; tecnologie rivolte a migliorare la salute e il benessere della popolazione; tecnologie finalizzate a migliorare la sicurezza e la qualità dei prodotti alimentari; sistemi energetici affidabili; trasporti intelligenti, ecologici e integrati.