Pole Hamilton in Australia

29

(AdnKronos) – La Mercedes del campione del mondo Lewis Hamilton ha fatto segnare il miglior tempo nelle qualifiche del Gp d’Australia, ottenendo la pole position nel primo gran premio di F1 della stagione. Il campione delle frecce d’argento ha chiuso con il tempo di 1.21.164, centrando la pole numero 73 della carriera, la settima in Australia.

Hamilton ha preceduto le due Ferrari, quella di Kimi Raikkonen, secondo e staccato di sei decimi e mezzo ma più veloce di appena 10 millesimi dell’altro ferrarista, Sebastian Vettel. Il tedesco partirà dal terzo posto in seconda fila assieme alla Red Bull di Max Verstappen. Quinto posto per l’altra Red Bull di Daniel Ricciardo, che però sarà retrocesso di tre posizioni, lasciando la terza fila alle Haas di Kevin Magnussen e Romain Grosjean. Ottavo e nono tempo per le Renault di Nico Hulkenberg e Carlos Sainz.

Non buono l’inizio di stagione dell’altra Mercedes di Valterri Bottas. Il finlandese dopo pochi minuti dl Q3 ha perso il controllo della sua monoposto all’uscita dalla curva 2, andando a sbattere contro il muretto. Monoposto semidistrutta e rischio di sostituzione del cambio che porterebbe a una penalità da scontare sulla griglia. Eliminati nel Q2, le McLaren di Fernando Alonso (11a) e Stoffel Vandoorne e le Force India di Sergio Perez ed Esteban Ocon oltre a Lance Stroll (Williams).

“Essere qui ancora a lottare per vincere è fantastico”, ha detto Hamilton dopo l’ennesima pole position della carriera. “Si sente la pressione, il team ha fatto un grande lavoro. La posizione è ottima, abbiamo visto crescere la Ferrari lo scorso anno e le Red Bull sono più vicine”, ha aggiunto.

“Con i risultati ottenuti in questi anni pensi sia normale ma non lo è. Le emozioni sono sempre intense e il cuore batte all’impazzata. Sono davvero felice del mio giro, è stato molto bello, miro sempre alla perfezione e oggi era difficile fare meglio di cosi'”, ha continuato il campione della Mercedes. “Non è stata una sessione fra le più semplici. Mi ha sorpreso la velocità della Ferrari, sono migliorati molto in potenza”. Poi sulla gara di domani con il compagno Bottas indietro, ha aggiunto: “Sarà dura trovarsi contro due Ferrari ma siamo preparati nel modo migliore possibile”.

Raikkonen ha sottolineato: “Il divario da Hamilton è maggiore di quello che avremmo voluto, ma speriamo di fare un buon lavoro anche domani”. “Siamo contenti delle posizioni di partenza ma il distacco dimostra che c’è ancora parecchio lavoro da fare per migliorare”, ha aggiunto il finlandese.

“Siamo stati vicini alla pole position. Peccato, Hamilton ha ottenuto un bel divario da noi alla fine, ma vediamo domani. Ci saranno più auto in lotta, quindi vedremo come andrà”, ha detto Vettel. “Pensiamo di poter essere molto vicini, qui non è facile superare ma in gara non si può mai sapere, è comunque una buona posizione di partenza”, ha proseguito il tedesco. “Ieri non ero contento, non avevo avuto ottime sensazioni ma in qualifica è andata meglio”.