Poli innovativi dell’infanzia, 14,4 milioni alla Campania

68

La Conferenza delle Regioni dà il via libera al decreto Miur relativo al riparto di risorse per la costruzione di edifici da destinare a Poli dell’infanzia innovativi.

Sul piatto, in base a quanto previsto dal decreto ministeriale pubblicato il 28 luglio scorso, 150 milioni di euro di risorse Inail per il triennio 2018-2020, che le Regioni potranno utilizzare per la realizzazione di Poli per l’infanzia, edifici pensati per potenziare la ricettività dei servizi e sostenere la continuità del percorso educativo e scolastico di tutte le bambine e di tutti i bambini. Alla Campania va una delle fette più consistenti del budget pari a 14.480.804,70 euro.

In un unico plesso o in edifici vicini, sorgeranno più strutture di educazione e di istruzione per bambine e bambini fino ai sei anni, per offrire esperienze progettate nel quadro di uno stesso percorso educativo, in considerazione dell’età. La distribuzione di risorse è stata effettuata sulla base della popolazione scolastica 0-6, secondo dati Istat, e sul numero di edifici già presenti con riferimento alla fascia di età 3-6 anni.

L’obiettivo è favorire la realizzazione di nuovi Poli in quelle aree in cui è maggiore la domanda e poche sono le strutture disponibili.