Policlinico Federico II, nasce l'”Isola del Sorriso” per piccoli pazienti autistici

169

Uno spazio per giocare, guardare cartoni animati e film in HD, fare esercizi di psicomotricità e suonare: è l’Isola del Sorriso, aula multimediale e polivalente realizzata per i piccoli pazienti della Pediatria del Policlinico Federico II inaugurata oggi con l’intervento dell’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, grazie al quale è stata realizzata attraverso i fondi raccolti durante la tradizionale asta di beneficenza dello scorso Natale. Il Centro, arricchito dalle opere d’arte donate dal maestro Alessandro Flaminio, è destinato prioritariamente, informa una nota, “ai piccoli pazienti autistici e ai bambini che hanno difficoltà nella gestione della sfera affettivo-relazionale, ma potra’ accogliere anche tutti i giovani ospiti della Pediatria grazie anche alla sua capacità di ‘trasformarsi’ da cinema, a sala musica, per suonare gli strumenti di cui l’aula sara’ dotata, tra cui tastiere e percussioni, fino alla versione palestra, per esercizi fisici e di psicomotricita’”. L’inaugurazione dello spazio multimediale, che consente ai piccoli pazienti di recuperare alcune delle attivita’ che svolgono nel loro quotidiano e di cui sarebbero privati durante il periodo di degenza, completa l’offerta della Uosd di Neuropsichiatria Infantile, inaugurata lo scorso marzo, e dotata ad oggi di 4 posti letto in ricovero ordinario finalizzati alle emergenze psichiatriche, alle complicanze dei disturbi dello spettro autistico e ai disturbi della condotta alimentare. I ricoveri vengono effettuati in quattro stanze di degenza esclusivamente dedicate, con personale infermieristico composto da una caposala e 9 infermieri. L’Uosd in ambito psichiatrico e’ centro di riferimento per i disturbi da deficit d’attenzione e/o iperattivita’, disturbi dello spettro autistico, disturbi specifici dell’apprendimento per l’attuazione della legge 170, e centro prescrittore per metilfenidato e psicofarmaci. In collaborazione con l’unita’ di endocrinologia pediatrica si occupa anche di disturbi della condotta alimentare. Inoltre, e’ centro riconosciuto internazionalmente per le sperimentazioni di trattamenti farmacologici per la cura di depressioni infantili e adolescenziali, alto rischio suicidario, disturbi del sonno e core-sintoms dei disturbi dello spettro autistico. In ambito neurologico, e’ centro di III livello per l’epilessia, per le sindromi neurodegenerative in collaborazione con l’unita’ di genetica medica pediatrica e per le Paralisi Cerebrali in collaborazione con l’unita’ di neurogastroenterologia pediatrica. Durante l’inaugurazione e’ stato presentato anche il calendario 2019 del Policlinico Federico II che quest’anno e’ dedicato al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza, con il titolo “Ricominciamo dai bambini”. Dodici mesi per fornire messaggi e suggerimenti su comportamenti virtuosi e salutari basati su evidenze. Tra i temi trattati, l’importanza dell’allattamento materno, la sana alimentazione, l’utilizzo del tablet e l’esposizione alla Tv, come stimolare l’interesse per la lettura, le paure dei bambini, la scuola in ospedale e l’educazione alla “gentilezza”. L’appuntamento con la prossima asta di beneficenza e’ per martedi’ 18 dicembre nell’Auditorium Rai di Napoli. Tra i progetti selezionati, da realizzarsi al Policlinico Federico II con i fondi che perverranno dalla serata di solidarieta’, il “Red Point”, rianimazione di primo soccorso pediatrico che sara’ diretto da Giuseppe Servillo, direttore dell’UOC di Anestesia, rianimazione e terapia antalgica e il Centro specialistico per il trattamento delle malformazioni in eta’ pediatrica che sara’ guidato da Ciro Esposito, direttore dell’Uoc di Chirurgia Pediatrica federiciana. E’ stato, inoltre, illustrato il Progetto del Centro per le cure delle patologie orali da realizzarsi presso il Carcere Minorile di Nisida.