“Polissena C’è. Mai più dimenticate”: cultura e aggregazione. Domani la presentazione dell’iniziativa

30
in foto Gaia Zucchi. Ph. Daniele Pedone

“Nessuno è mai riuscito a governare Napoli”, asseriva a metà Novecento lo storico francese Fernand Braudel. Ma a smentire questa affermazione è proprio chi la metropoli l’ha nel cuore, continuando imperterrita la sua irrefrenabile scalata. Parliamo dell’attrice e scrittrice Gaia Zucchi, pronta a immergere nuovamente la città sotto un faro di cultura e aggregazione, unendo letteratura e correnti tematiche sociali.
Il 23 maggio, alle 18, a Villa Domi (Salita Scudillo, 19/a – Napoli), la cui costruzione fu commissionata da una famiglia svizzera di mecenati, sarà annunciata la nascita di “Polissena C’è – Mai più dimenticate”, Il nome è ispirato a Polissena, la principessa troiana che, ahinoi, non appare nel componimento epico “Iliade” di Omero. Proprio come Polissena però, le donne fondatrici vogliono essere presenti e attive per coloro che spesso vengono dimenticati. In tale occasione ricomparirà, a distanza di 15 mesi dalla sua pubblicazione, il cult editoriale “La Vicina di Zeffirelli” (De Nigris Editori), un libro che tra le sue pagine celebra il “Girl power”, incoraggiando e celebrando l’emancipazione, l’indipendenza, la fiducia e la potenza delle donne.
L’avvenimento, organizzato dall’architetto Daniela Rinaldini, sarà arricchito da personalità di spicco, come la giornalista Maria Consiglia Izzo che modererà l’incontro, il regista, autore e agente di spettacolo Walter Garibaldi, pronipote dell’Eroe dei due Mondi, insieme all’attore Massimo Fascetti, impegnati a leggere alcuni passaggi comici e struggenti dell’atipica biografia best seller.
Previsti gli interventi del giornalista e scrittore Ermanno Corsi e dell’avocato penalista e consigliere delle pari opportunità del Coa di Napoli, Mariagrazia Santosuosso. Tra gli ospiti assicurata la presenza di due stelle di “Un posto al Sole”, Germano Bellavia e Marzio Honorato.