Politiche attive del lavoro e formazione: ecco il Piano Nuove Competenze

228

Si chiama Piano Nuove Competenze la cornice entro la quale, per il 2022, si muoveranno tutti i programmi nazionali destinati alle politiche attive del lavoro e alla formazione.

Un progetto poderoso, descritto in parte del PNRR, per il quale c’è una dotazione finanziaria di 7,2 miliardi di euro.

Ed è proprio sul Piano Nuove Competenze che si concentra l’approfondimento di questa settimana della rubrica Time Vision “L’incentivo del lunedì”. 

I dettagli del Piano Nuove Competenze

Sono 3 le anime del Piano Nuove Competenze che si rivolge trasversalmente sia ai giovani,  e ai disoccupati che, ovviamente alle aziende, con misure e fondi specifici a loro destinati:

  • il sistema duale, rivolto alla formazione dei giovanissimi tra i 15 e i 25 anni, e per il quale c’è un’allocazione di 600 milioni di euro
  • il programma GOL, ossia la Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori, del quale Time Vision ha già parlato proprio sulle colonne de Il Denaro, e che prevede 4,7 miliardi di euro
  • l’annualità 2022 del Fondo Nuove Competenze per il quale potrebbe esserci una unione di risorse tra ReAct-Eu e fondi del decreto fiscale del Governo, per un totale di 1,7 miliardi di euro.

Le linee guida e i destinatari

Ma come funzionerà, nel complesso, il piano nuove competenze? Stando alle intenzioni del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, saranno due gli obiettivi operativi:

  • si rafforzerà la formazione professionale
  • e saranno introdotti livelli di qualità sia per i processi di upskilling che di reskilling delle competenze

A chi si rivolgono le misure del piano nuove competenze?

Stando alle indicazioni del ministero, il piano vedrà come protagonisti:

  • i beneficiari di strumenti di sostegno (NASPI e DIS-COLL),
  • i percettori del Reddito di cittadinanza
  • i lavoratori che godono di strumenti straordinari o in deroga di integrazione salariale (CIGS, cassa per cessazione attività, trattamenti in deroga nelle aree di crisi complessa).

Il Piano integrerà anche altre iniziative, riguardanti le misure in favore dei giovani – quale il rafforzamento del sistema duale – e dei NEET, oltre che le azioni per le competenze degli adulti, a partire dalle persone con competenze molto basse.

Vuoi essere aggiornato sulle misure immediatamente operative del Piano Nuove Competenze? Contatta Time Vision.