Polo a San Giovanni a Teduccio, 45 milioni dalla Regione Campania

29

E’ stato dato il via libera ai decreti di ammissione al finanziamento per il completamento del polo scientifico universitario di San Giovanni a Teduccio. Lo comunica l’assessore ai Lavori pubblici della E’ stato dato il via libera ai decreti di ammissione al finanziamento per il completamento del polo scientifico universitario di San Giovanni a Teduccio. Lo comunica l’assessore ai Lavori pubblici della Regione Campania, Edoardo Cosenza delegato del presidente Caldoro ai Grandi progetti. “L’investimento e’ pari, complessivamente, a 45 milioni di euro di fondi del Por Campania Fesr 2007/2013. Di questi, 28 milioni serviranno a realizzare il modulo , consistente in aule didattiche, spazi multifunzionali, anche per i docenti, i restanti 17 milioni saranno destinati invece al modulo , che ospitera’ i laboratori didattici del CNR. In particolare il finanziamento servira’ a realizzare il nuovo polo materiali del CNR. Saranno realizzate 170 postazioni di lavoro, di cui 60 per ricercatori senior e 110 open space. I lavori si concluderanno entro tre anni. L’ente beneficiario delle risorse e’ l’Universita’ Federico II di Napoli. Con i decreti di ammissione al finanziamento l’universita’ potra’ immediatamente partire con le gare per la realizzazione dell’importante complesso. “Sono gia’ in fase di allestimento con macchinari ed attrezzature – ha dichiarato l’assessore – i laboratori universitari degli edifici che rientrano nel lotto ‘L’ sul lato di Corso Protopisani. Ospiteranno, tra l’altro, il Centro di misure avanzate (Ce.S.M.A.) della facolta’ di Ingegneria dell’Universita’ Federico II di Napoli. Nelle prossime settimane si potranno inaugurare queste importanti strutture. “Stiamo andando avanti spediti nella realizzazione del nuovo Polo scientifico che contribuira’, insieme anche all’attuazione del Grande progetto specifico “Riqualificazione urbana area portuale Napoli Est” (che vale 206 milioni di euro), alla rinascita dell’area orientale della citta’, che era considerata solo un’area industriale dismessa. Puntiamo oggi a cambiare il volto dell’area orientale e farne il baricentro scientifico e tecnologico di Napoli e della Campania. La presenza dei laboratori universitari e di tanti giovani accelerera’ questo processo.” “Con la pubblicazione sul BURC dei decreti di ammissione al finanziamento per complessivi 45 ml di euro l’Universita’ Federico II puo’ entrare nella fase operativa dei lavori che completeranno il Campus nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, nell’area dell’ex CIRIO”, sottolinea il vicepresidente della Regione con delega all’Universita’ Guido Trombetti. “Essere giunti fin qui e’ un fatto che mi soddisfa ed emoziona pensando che i primi atti amministrativi per la costruzione furono firmati quando ero Rettore, proseguendo sulla scia di una iniziativa di Fulvio Tessitore. Il Campus di San Giovanni e’ un plesso moderno dove ricercatori dell’Universita’, del CNR e del privato potranno lavorare insieme e fare massa critica. E dove gli studenti avranno l’opportunita’ di interagire giorno per giorno con il mondo della ricerca. L’opera non rappresenta soltanto un investimento per la ricerca e per i giovani ma sara’ una struttura che animera’ e valorizzera’ l’intera area di Napoli Est”, aggiunge Trombetti. “Puntiamo sulle eccellenze”, dice il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro.