Pompei, l’arcivescovo Battaglia ai fedeli: Sostenere chi è umiliato

41
in foto Domenico Battaglia, arcivescovo di Napoli

“Chi oggi è umiliato va sostenuto sempre, affinché possa riscattarsi”. Lo dice l’arcivescovo di Napoli, Mimmo Battaglia, presiedendo a Pompei la solenne celebrazione della messa con la supplica alla Madonna del Rosario. “Quante volte invece – ha ammonito Battaglia – le nostre parole incoerenti, l’egoismo delle nostre azioni tradiscono l’amore e la giustizia? Quante volte allontaniamo da noi i bambini, gli indifesi, e non ci accorgiamo della durezza dei nostri cuori? Molti ragazzi vengono definiti a rischio di devianza. Ma forse, a essere a rischio è la nostra capacità di amare e di accogliere. Disponibilità ad abbracciare i più piccoli e a non ripudiare nessuno è non tanto fare domande come i farisei, ma saper offrire risposte”. Tutto ciò specie mentre “le avversità sembrano tarpare le ali all’entusiasmo del futuro e l’egoismo dei cuori appare il pericolo più grande per l’intera umanità e perfino per il pianeta”.