Pompei inaugura le visite guidate per i sordi

18

Grazie a un’intesa stipulata tra il Parco archeologico di Pompei e la sezione provinciale napoletana dell’Ente nazionale sordi, sarà possibile per le persone sorde avvalersi di un accompagnamento dedicato. Operatori specializzati sordi, madrelingua Lis, sono stati formati dal personale del Parco archeologico per poter strutturare una visita al sito adeguata alle esigenze specifiche. A siglare l’intesa, il direttore generale del parco, Massimo Osanna, e la presidente provinciale Elvira Sepe. Gli utenti che, di volta in volta, vorranno usufruire del servizio troveranno tutte le informazioni e i riferimenti sulla pagina dedicata del sito web http://www.pompeiisites.org/ e sul sito http://Napoli.ens.it/servizi-e-convenzioni/guida-in-lis dove si potranno reperire i moduli di partecipazione e le circolare informativa per la partecipazione alle date dedicate alle visite guidate in Lis oppure contattare l’indirizzo mail Napoli@ens.it. Il servizio partira’ in via sperimentale. “L’abolizione di ogni barriera tangibile o intangibile alla fruizione del bene culturale è un’azione di dignità fondamentale, seppure non ancora del tutto scontata. – dice Osanna – l’approccio inclusivo al godimento del patrimonio archeologico costituisce un punto di forza e un momento di arricchimento sociale e culturale per tutte le categorie di visitatori”. L’intesa per Sepe “eè un’ulteriore passo verso il reale abbattimento delle barriere comunicative. Una reale accessibilita’ per le persone sorde può essere fatta sola grazie alla sensibilità di persone come Osanna. La mancanza di attenzione, che fino ad oggi c’è stata nei confronti delle persone sorde, non ha dato a noi la possibilità di capire appieno il reale valore del patrimonio artistico-culturale della nostra città e della nostra nazione. Ora sono sicura che sempre piu’ strutture museali intraprenderanno la strada della piena accessibilita’ per le persone sorde”.