Pompei, primo confronto sull’hub e sulle prospettive di sviluppo

40

Avanti con la realizzazione dell’hub previsto dal Progetto Grande Pompei. Lo sottolinea una nota in cui si spiega che ieri, presenti i sindaci della buffer zone e per la Città metropolitana il sindaco, il vicesindaco ed il delegato al turismo, per la Regione Campania Casillo, delegato per la buffer zone, con il suo staff ed il prof. Persico, si è preso atto, che ci sarà un miglioramento dell’efficacia del trasporto pubblico locale sia in riferimento alla Circumvesuviana che alla previsione di una nuova fermata Fs a Pompei Scavi. 

Si è concordato di continuare il confronto fra i Sindaci anche nella prospettiva immediata della costituzione dell’Area omogenea della Città metropolitana “Bufferzone del sito Unesco” allo scopo di rendere esplicita la soggettività politica titolare delle opzioni strategiche dell’area vesuviana. Ciò allo scopo di migliorare la “governance strategica” così come avvenuto in occasione dell’accordo/disaccordo con il Comitato di gestione del 22/09/2015. Si auspica che il prossimo incontro possa vedere una maggiore sinergia sui temi dello sviluppo locale legata al turismo culturale. Le linee strategiche prevalenti emerse dalla discussione riguardano l’accessibilità per i turisti ed i pendolari in tutta l’area vesuviana. La città Metropolitana, quale ente di coordinamento, promuove un accordo interistituzionale per gestire la progettualità e l’attuazione degli interventi assieme all’unità tecnica del Grande progetto e gli uffici tecnici dei Comuni. Questo per garantire che il progetto di sviluppo annunciato non si fermi alle sole stazioni. Su questa base si configurerà la nuova “governance” da stabilire nella prossima riunione dell’Area omogenea e del Comitato di gestione. Nelle more della realizzazione del Piano strategico possono andare al via le progettualità connesse al trasporto fino alla specificazione delle complementarietà culturali.