Ponte Morandi, i familiari dei giovani di Torre del Greco morti nel crollo: No a passerelle

72

Mercoledi’ prossimo 14 agosto, nello stesso giorno e nella stessa ora in cui il Ponte Morandi un anno fa crollava “per negligenza umana e non per uno strano caso”, a Torre del Greco (Napoli) saranno esposti quattro dipinti raffiguranti i volti delle giovani vittime Giovanni Battiloro, Matteo Bertonati, Gerardo Esposito ed Antonio Stanzione. Lo scrive su Facebook Roberto Battiloro, padre di Giovanni, annunciando che i parenti dei quattro ragazzi non saranno alle commemorazioni in programma a Genova. “Mio figlio – ha spiegato l’uomo a ‘Il Mattino’ – non e’ morto, l’ha ucciso lo Stato e chi ha sbagliato deve pagare. Non andremo a Genova per assistere a passerelle”. I familiari delle vittime sottolineano inoltre di non volere “risarcimenti ma rispetto”. A Torre del greco sara’ una giornata di lutto, come deciso con un’ordinanza del sindaco Giovanni Palomba: un minuto di raccoglimento sara’ osservato nei luoghi di lavoro mentre gli edifici pubblici esporranno le bandiere a mezz’asta. In programma anche l’accensione di 43 lanterne, una per ogni vittima del Ponte.