Porti, asse tra la Campania e il Governo di Hong Kong

60

L’Autorità Portuale del Mar Tirreno Centrale ha promosso, d’intesa con l’International Propeller Clubs, un incontro con Benjamin Wong, responsabile del Dipartimento dei Trasporti e dell’Industria di Invest Hong Kong, struttura del ministero dell’Economia. L’incontro continua il dialogo già avviato con il governo di Hong Kong nel corso della visita organizzata in Asia dal Propeller Club nella scorsa primavera. Il confronto, che si è tenuto nella sala riunioni dell’Authority, ha visto la partecipazione di una significativa rappresentanza del cluster marittimo partenopeo ed ha avuto come scopo gettare le basi per una più stretta collaborazione tra il sistema portuale campano e l’amministrazione di Hong Kong. “L’istituzione della Zes della Campania – ha precisato Pietro Spirito- ci offrirà l’opportunità di sviluppare non solo l’economia del nostro territorio ma di aprire a nuovi investitori e di individuare con realtà, dove già esistono da anni le Zes, i punti di contatto, le iniziative da intraprendere per accrescere la nostra economia e la nostra occupazione”. Hong Kong, come ha sottolineato mister Wong, è tra le città asiatiche quella più internazionale e “disponibile” a collaborare per supportare lo sviluppo di Napoli, di Salerno e della Campania. “Una città – ha ricordato Riccardo Fuochi, presidente del Propeller Club di Milano – che ha fatto della logistica il fulcro del proprio sviluppo e soprattutto del settore marittimo”. Bisogna, ha ancora precisato il presidente dell’Autorità Portuale, lavorare ad una strategia di medio periodo per dare continuità ad incontri che possono aprire opportunità alla nostra portualità, ma in generale al sistema economico del nostro territorio.