Porti, l’assessore Angioli: Via alla cooperazione con altre zes dell’are Med

70
in foto Serena Angioli, assessore al bacino euromediterraneo della Regione Campania

“La Campania è la prima regione d’Italia ad aver definito il proprio ambito per la Zes e ora vogliamo aprire un dialogo con le altre zone economiche speciali del Mediterraneo per cooperare”. Lo dice Serena Angioli, assessore al bacino euromediterraneo della Regione Campania, intervenendo oggi alla Conferenza dell’Unione per il Mediterraneo sulla Bue Economy. “Dobbiamo guardare – spiega Angioli – alle altre zes del Mediterraneo, salvaguardando gli ambiti di competitività industriale, ma trovando ambiti di cooperazione perché dai terzi, come la Cina o gli Usa, siamo visti come Mediterraneo, non come Campania, Tunisia o Catalogna. L’obiettivo sarebbe creare un un marchio Mediterraneo della portualità e della blue economy per competere con i porti del Nord Europa” Angioli sottolinea anche che “la crescita dei porti è forte e apporta contributo sempre maggiore sul pil della Campania. Dobbiamo puntare anche sulla formazione professionale e tecnica, perché dalla blue economy arriverà una risposta sempre più forte anche dal punto di vista occupazionale e i nostri giovani devono essere pronti a coglierla”.