Porto di Napoli, dal 26 gennaio le candidature per il deposito di Gnl

207
In foto il porto di Napoli

L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale ha deciso di pubblicare, il prossimo 26 gennaio, l’avviso di manifestazione d’interesse per la realizzazione di un deposito di bunkeraggio Gnl (gas naturale liquido) nel porto di Napoli. “La decisione dell’Autorità Portuale di Napoli è senz’altro positiva e rappresenta un ulteriore tassello – che si va ad aggiungere alle altre iniziative su tutto il territorio nazionale – importante e significativo verso la realizzazione delle infrastrutture di approvvigionamento del Gnl, necessarie per lo sviluppo atteso e previsto dei volumi distribuiti del prodotto, in linea con gli obiettivi della recente Strategia energetica nazionale”. Così Francesco Franchi, presidente di Assogasliquidi, l’associazione di Federchimica che rappresenta le imprese italiane del comparto distribuzione gas liquefatti (Gpl e Gnl) per uso combustione e autotrazione “Auspichiamo che a Napoli, così come in altre città italiane, si possa continuare in questa direzione e dotare il nostro Paese delle infrastrutture necessarie per cogliere le grandi opportunità legate all’utilizzo del Gnl. Questa fonte- conclude Franchi- oltre ad essere facilmente fruibile e ad un costo accettabile, potrebbe aiutare il Paese a raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione, grazie alle sue proprietà ecologiche, e soprattutto ad esser piu’ indipendente dal punto di vista dell’approvvigionamento energetico”.