Porto Napoli-Salerno, De Vincenti: Può essere il top dell’Area Med

41


“Al Sud i sistemi portuali sono importanti: Napoli-Salerno possiamo concepirlo come un unico grande sistema portuale multiscopo che ha alle spalle alto bacino demografico ad alta densità di popolazione e consumi e tessuto produttivo di grande rilievo”. Così il ministro della Coesione territoriale Claudio De Vincenti al convegno Srm-Banco di Napoli. Il ministro parla anche del ruolo dei porti del Sud italia (i dati del rapporto dicono 45-50% del traffico nazionale) dichiarato: “Credo che sia un dato positivo. Si deve fare di più, si può fare di più ci sono le premesse per uno sviluppo della portualità del mezzogiorno che svolga un ruolo importante su tre versanti. Prima di tutto un collegamento tra il Mediterraneo e l’Europa nel verso sud nord; secondo un collegamento rovesciato: l’Europa che guarda Mediterraneo, che guarda al nord Africa e al Medioriente per investire e per far crescere quei paesi, l’idea che l’Italia ha lanciato l’anno scorso, qui il Sud e i porti svolgono un ruolo decisivo; terzo, il mediterraneo ha acquistato una nuova centralità nei traffici intercontinentali con l’apertura del secondo ramo del Canale di Suez. Il Mezzogiorno chiaramente ha la vocazione prioritaria come zona fondamentale, come area fondamentale, come porti fondamentali in questo nuovo ruolo intercontinentale del Mediterraneo”.