Portogallo, Giulia Pession vince la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Filosofia

101

L’Italia è salita sul gradino più alto del podio delle olimpiadi di Filosofia, tenutesi a Lisbona dal 26 al 29 maggio. Ad aver riportato la medaglia d’oro a casa è stata Giulia Pession, studentessa del quinto anno del liceo classico “XXVI Febbraio” di Aosta, che si è distinta tra gli 88 finalisti in gara, provenienti da 42 Paesi di tutto il mondo. Non è stato l’unico risultato raggiunto dalla nostra nazione, dal momento che Giovanni D’Antonio, studente del quinto anno del liceo scientifico “Torricelli” di Somma Vesuviana (NA), ha conquistato, per la seconda volta, la menzione d’onore. Giulia Pession ha svolto la traccia su Eraclito: “Questi quattro giorni sono stati davvero una bellissima opportunità per conoscere nuove persone, vedere una città magnifica e coltivare la passione filosofica ancor di più. Sono davvero contenta di questo risultato inaspettato, grazie per questa preziosa occasione”, ha commentato. Giovanni D’Antonio ha sviluppato invece la traccia su Hannah Arendt: “L’esperienza è stata incredibile, la porterò con me per tutta la vita – ha dichiarato -. L’Italia si è fatta valere e ha dato grande dimostrazione di qualità filosofica”.

Erano due anni che le olimpiadi non si svolgevano in presenza, e, per questa edizione, il tema è stato “identità e persona”, a partire da un lavoro dello scrittore portoghese Fernando Pessoa. Erano poi vent’anni che l’Italia non portava a casa la medaglia più importante – l’ultima volta è stato a Tokyo nel 2002 -, anche se sono state diverse le menzioni d’onore ottenute nelle varie edizioni e le medaglie di bronzo, ultime due delle quali conseguite a Tartu, in Estonia, nel 2015. Questa competizione è organizzata dalla Fisp (International Federation of Philosophical Societies) e sostenuta dall’Unesco; inoltre, è promossa e organizzata anche dal nostro ministero dell’Istruzione d’intesa con la Società Filosofica Italiana e rientra nel Progetto della Valorizzazione delle eccellenze. Ad aver partecipato, quest’anno, oltre 380 scuole del nostro paese, a cui si aggiungono anche altre 6 scuole italiane all’estero (Brasile, Grecia, Marocco, Perù, Russia, Turchia), per un totale di circa 10.000 alunni.