Potere di controllo

30

Un argomento molto discusso è il potere di controllo del datore di lavoro nei confronti dei propri dipendenti durante l’attività lavorativa. Questo potere è caratterizzato da vari limiti come il riconoscimento della dignità del lavoratore e la tutela della riservatezza circa la vita privata del subordinato. Il potere di controllo inoltre è disciplinato dallo Statuto dei lavoratori. In questa sede ci soffermeremo sull’articolo 8 che si occupa dell’aspetto psicologico del subordinato. Una sua applicazione riguarda l’impiego delle Guardie Giurate utilizzate in quei luoghi di lavoro dove si maneggia merce preziosa: banche, gioiellerie, esercizi assimilabili. Le armi in loro dotazione possono inibire i lavoratori e per questa ragione li vediamo spesso all’esterno degli ambienti che devono difendere e non all’interno. Naturalmente mai e poi mai le guardie giurate potranno essere utilizzate dal datore di lavoro per controllare l’attività dei dipendenti perché potrebbe configurarsi una palese violazione della privacy. Occorre prestare molta attenzione su quest’argomento poiché un controllo con modalità sbagliate può portare a serie conseguenze.