Povertà: Misery Index Confcommercio, ad aprile sale disagio sociale, è massimo storico

71

Roma, 8 giu. (Adnkronos) – Il Misery Index di Confcommercio di aprile si è attestato su un valore stimato di 41,9 in aumento di 22 punti rispetto a marzo, toccando un livello mai raggiunto prima (l’indice è calcolato dal 2007) a seguito del peggioramento del mercato del lavoro. Lo rende noto Confcommercio precisando che la decisa riduzione delle forze di lavoro, -758mila unità, somma dei cali degli occupati (-274mila) e dei disoccupati (-484mila), ed il contemporaneo aumento degli inattivi (+746mila) ampliano l’area degli scoraggiati. Allo stesso tempo ad aprile, considerato che la quasi totalità delle ore di CIG autorizzate era con causale Covid-19, si è scelto di utilizzare come tiraggio – la quota delle ore autorizzate effettivamente utilizzate – una percentuale del 95%.