Pozzuoli, Fi scrive al sindaco: Rivedere il piano di evacuazione

70
(foto da bacheca Facebook di Carmine Morelli)

“In riferimento agli importanti eventi sismici che hanno interessato la nostra città nelle ultime ore, e con il solo spirito di collaborazione fattiva nell’esclusivo interesse della città di Pozzuoli e dei cittadini Puteolani, manifestando la nostra ripetuta disponibilità al confronto di idee e azioni da attuare, le sottoponiamo alcune criticità riscontrate in queste ultime ore”. Si apre così la lettera del segretario cittadino di Forza Italia Pozzuoli, Carmine Morelli, indirizzata al sindaco Luigi Manzoni. È un elenco di punti e di cose da fare che va dall’effettuare “un censimento di persone anziane e portatori di handicap in modo da intervenire in caso di necessità” al “censimento delle associazioni di volontariato presenti sul territorio” per formarle al fine intervenire in caso di necessità.
Ma Fi chiede anche di “rivedere il piano di evacuazione, in quanto alla minima difficoltà di questi giorni è fallito quello esistente, portando la città nel panico totale e nel blocco di tutte le vie cittadine”.
A ciò si aggiunge il suggerimento di “rivedere l’azione dei tecnici che controllano le abitazioni. Allo stato attuale non viene rilasciata alcuna documentazione. I tecnici devono compilare un format a firma del professionista incaricato rilasciando copia alle famiglie, certificando lo stato degli immobili controllati. Allo stato attuale questo non viene fatto. E’ impensabile effettuare dei controlli de visu”.
Infine, Morelli chiede di “creare un albo dei volontari e formarli per aiutare in caso di necessità” e di “effettuare dei corsi gratuiti di primo soccorso, perché in caso di necessità ogni cittadino deve sapere cosa fare”.