Pozzuoli, in cinquecento per la fiaccolata di solidarietà alla donna arsa viva dal compagno

38

Oltre cinquecento persone hanno partecipato ieri sera a Pozzuoli (Napoli) alla fiaccolata in segno di solidarietà verso Carla Ilenia Caiazzo, la donna di 38 anni, incinta, che ieri il suo compagno, Paolo Pietropaolo, 40 anni, ha tentato di uccidere dandole fuoco. Con la candela accesa un corteo silenzioso ha percorso le strade del centro storico di Pozzuoli da piazza a mare a piazza della Repubblica, dove sono stati liberati decine e decine di palloncini bianchi accompagnati da un lungo applauso. Al corteo hanno partecipato i rappresentanti di mumerose associazioni sociali e antiviolenza, e i sindaci di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, di Quarto, Rosa Capuozzo, di Monte di Procida, Giovanni Pugliese, e di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione. “Faccio il tifo per Carla!“, ha detto il sindaco Figliolia che oggi ha fatto visita in ospedale a Carla ed ai suoi familiari. “La situazione – ha aggiunto – è davvero delicata e questa sera abbiamo dato una testimonianza di solidarietà davvero forte. E’ stato importante e la città ha risposto con sensibilità! Grazie anche ai sindaci flegrei che hanno voluto esserci vicini!“. “Questi episodi scatenano tanta rabbia in una donna – ha detto Rosa Capuozzo – E’ una strage continua contro le donne. Spesso rimangono sole e per le poche istituzioni che le sostengono non riescono a volte a capire in tempo quando si scatena la violenza contro di loro!“.