Premio Elsa Morante, gran finale all’Auditorium Rai

136
In foto l'Auditorium Rai di Napoli
Appuntamento all’Auditorium della Rai di Napoli il 22 maggio alle 10,30 per la cerimonia del Premio Elsa Morante 2018. Accanto alla presidente Dacia Maraini saranno presenti alcuni dei membri della giuria: Francesco Cevasco, Enzo Colimoro, Tjuna Notarbartolo (direttore della manifestazione), Teresa Triscari. A fare gli onori di casa sarà Francesco Pinto, direttore del centro di produzione Rai di Napoli. La giuria è inoltre composta da Silvia Calandrelli, Roberto Faenza, Maurizio Costanzo, Monica Maggioni, David Morante, Gianna Nannini, Paolo Ruffini. Durante la manifestazione si scoprirà il super-vincitore della sezione Ragazzi che sarà decretato dai circa mille studenti di scuole medie inferiori e superiori della giuria popolare. I giovani giurati, infatti, si esprimeranno sui tre libri vincitori scelti dalla giuria della Maraini, che sono: “Every child is my child: storie vere e magiche di piccola, grande felicità” di Aa.Vv., edito da Salani, per il quale sarà presente Paola Cortellesi; “Metti via quel cellulare” di Aldo Cazzullo con Rossana e Francesco Maletto Cazzullo, edito da Mondadori; “Picciridda” di Catena Fiorello, edito da Giunti. Sul palco poi si alterneranno i vincitori delle altre sezioni del Morante: Luciano Stella che vince il Premio Elsa Morante Cinema per aver prodotto il film d’animazione ”La Gatta Cenerentola”; i Foja, band napoletana composta da Dario Sansone, Giovanni Schiattarella, Ennio Frongillo, Giuliano Falcone, Luigi Scialdone che riceveranno il Premio Elsa Morante Musica per il brano ”A chi appartieni”, colonna sonora della stessa Gatta Cenerentola; David Gramiccioli che riceverà il Premio Elsa Morante Teatro ”Dar voce ad Elsa Morante”. L’attore interpreterà un passo di un’opera di Elsa Morante, l’Addio de ”Il mondo salvato dai ragazzini”, di cui ricorre il cinquantennale della pubblicazione.
Dopo i premi dello spettacolo, sarà la volta del Premio Elsa Morante ”Morantiano”, dedicato ad autori che si siano occupati della Morante, che sarà consegnato allo scrittore e critico francese René De Ceccatty, per la biografia, ”Elsa Morante”, edita da Tallandier. A consegnargli il premio sarà Jean-Paul Seytre, console di Francia e direttore dell’Institut français de Naples, partner dell’evento; Il premio ”Nisida-Roberto Dinacci”, in collaborazione col carcere minorile di Nisida, dove il Premio ha fondato una biblioteca e i cui ragazzi, guidati dall’insegnante Maria Franco, fanno parte della giuria popolare del Morante. Il Morante-Nisida va a Gianluca Guida, direttore dell’IPM, per il lavoro culturale fatto nell’arco degli ultimi dieci anni, con la pubblicazione di un libro all’anno; Infine, Premio Elsa Morante per la Saggistica andrà a Gabriella Turnaturi per il libro ”Non resta che l’amore” pubblicato da Il Mulino. Nell’ambito del Morante quest’anno sarà inaugurata una nuova sezione dedicata alle creazioni culinarie a cura dell’Accademia Medeaterranea e Sire – Ricevimenti d’Autore, il Medeaterranea Award. Cinque studenti in enogastronomia prepareranno altrettante pietanze ispirate ai titoli dei libri di Dacia Maraini. La giornata culturale proseguirà da Sire – Ricevimenti di autore, all interno della Mostra D’Oltremare, dove, alle ore 17,00, si terrà la presentazione di ”Tre donne” (Rizzoli), l’ultimo libro di Dacia Maraini, che lo racconterà intervistata da Tjuna Notarbartolo. Con loro due attrici che leggeranno alcuni brani del testo: Cristina Donadio e Veronica Mazza.