Premio di giornalismo “Posillipo, cultura del mare”: ecco il bando

48
In foto il Circolo Posillipo

Il Circolo Nautico Posillipo, in occasione del suo 94esimo anniversario, e dopo il successo riscosso dalla prima edizione, promuove il Premio di Giornalismo “POSILLIPO, CULTURA DEL MARE” con il patrocinio della Regione Campania, del Comune di Napoli e dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, “allo scopo – è scritto in una nota – di sensibilizzare sempre più gli enti e la società napoletana e campana alla valorizzazione della risorsa mare nei molteplici aspetti che presenta, segnatamente per Napoli, la Campania e tutto il Tirreno meridionale. Novità di questa seconda edizione è l’istituzione di un premio speciale da assegnare a giornalisti e/o scrittori originari o che vivono nei paesi del Mediterraneo (Cipro, Croazia, Francia, Grecia, Malta, Slovenia, Spagna)”.

REGOLAMENTO E MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
Il Premio si articola nelle seguenti sezioni: quotidiani e periodici cartacei; testate radiofoniche e televisive; testate on-line (regolarmente registrate); elaborati esteri del Mediterraneo.

Al Premio possono concorrere giornalisti professionisti e pubblicisti iscritti all’Ordine Nazionale o praticanti e/o iscritti a Scuole di giornalismo, autori di articoli, inchieste, interviste o brevi saggi, pubblicati da quotidiani, agenzie di stampa, periodici, testate on-line, trasmessi da emittenti televisive o radiofoniche o web che affrontino le tematiche del mare sotto i più vari aspetti (economia, turismo e imprenditorialità navale, storia e archeologia marina, assetto territoriale, pratiche sportive e cultura nella più ampia accezione).

Il Comitato organizzatore del Premio è composto da Vincenzo Semeraro, presidente CN Posillipo, Filippo Parisio, Filippo Smaldone, Enrico Deuringer, Massimo Falco, Massimo Lo Iacono e Nunzia Marciano.

La Giuria del Premio è composta da Silvana Lautieri, presidente, Mirella Armiero, Ermanno Corsi, Ernesto Mazzetti, Massimo Milone, Armida Parisi, Carlo Verna, Gennaro Famiglietti.

I partecipanti devono inviare i propri lavori: a) in cinque copie, se trattasi di servizi relativi a quotidiani, periodici o agenzie di stampa; b) in unica copia di durata non superiore a 15 minuti su DVD per i servizi televisivi e per documenti filmati, su CD per i servizi radiofonici, su CD o DVD per i contenuti internet.

Devono allegare: a) una breve scheda di presentazione del servizio ed una breve nota sull’autore (dati anagrafici, indirizzo, recapiti telefonici, e-mail, sintesi del curriculum professionale); b) l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del d.lg.196/2003 per gli adempimenti connessi al presente Premio; c) l’autorizzazione a riprodurre e diffondere su qualunque supporto immagini e testi tratti dai materiali presentati in concorso, nelle pubblicazioni e nel materiale informativo attinente il Premio, compreso il sito internet del Circolo Nautico Posillipo.

I lavori devono pervenire entro il 30 Aprile 2019 alla Segreteria del Premio a mezzo posta all’indirizzo Premio Posillipo, c/o Circolo Nautico Posillipo, Via Posillipo n.5, 80121 Napoli o via e-mail all’indirizzo premioposillipo@cnposillipo.org.

Il Comitato organizzatore predisporrà l’elenco dei lavori in concorso e li farà pervenire alla Giuria che esprimerà le sue valutazioni.

La partecipazione al Premio è gratuita ed implica l’accettazione del relativo regolamento. Ogni autore è personalmente responsabile dei contenuti delle opere inviate, sollevando il Circolo Nautico Posillipo da ogni responsabilità civile e penale nei confronti di terzi. Le opere inviate al concorso non saranno restituite.

Per informazioni e contatti: 337843227 (Filippo Smaldone).

La premiazione avrà luogo nel mese di Luglio 2019 presso il Circolo Nautico Posillipo

I premi – consistenti in artistici e prestigiosi trofei — sono così divisi: Sezione giornalismo stampato, Sezione radio-televisioni, Sezione testate on-line, Sezione Mediterraneo.

La Giuria prevede, altresì, di assegnare attestati speciali di merito a personalità che, per studi e attività professionali, si siano particolarmente distinte per la diffusione e lo sviluppo della cultura del mare.