Premio Innovazione Smau, aperta la call per gli eventi di Milano e Napoli

51

È aperta la call per il Premio Innovazione Smau, che seleziona i migliori casi di innovazione in aziende e PA italiane. Possono partecipare imprese e Pubbliche Amministrazioni che hanno avviato un progetto di trasformazione digitale: aziende che collaborano con startup e spin-off per lo sviluppo di progetti innovativi, che utilizzano con successo tecnologie come IoT, big data, cloud computing, realtà virtuale, realtà aumentata – ricavandone benefici in termini di produttività e organizzazione del lavoro – o che si sono ampliate grazie all’impiego di nuove infrastrutture tecnologiche, o ancora enti e comuni che adottano soluzioni innovative nell’ambito delle smart communities. L’obiettivo è presentare case history di successo, pemettendo ad altre realtà di trarre ispirazione, per le proprie strategie di sviluppo, da quelle che hanno già puntato sull’innovazione – non solo tecnologica ma anche di idee e progetti – per crescere e garantirsi la competitività sui mercati nazionali ed esteri. La candidatura va inviata attraverso il form online all’indirizzo www.smau.it/inquiry/questionnaire/premio-innovazione, entro il 21 settembre per Smau Milano – in programma dal 23 al 25 ottobre, dedicato a imprese e PA di tutta Italia – ed entro il 16 novembre per Smau Napoli – che si terrà il 13 e 14 dicembre, rivolto a imprese e PA di Campania, Basilicata, Calabria, Molise, Puglia e Sicilia. Le aziende e PA selezionate illustreranno il proprio progetto di innovazione e i benefici ottenuti all’interno di uno degli Smau Live Show in calendario, potranno essere scelte per realizzare una video-intervista con la Smau TV e partecipare alle attività di media relation dedicate al Premio. A Napoli, alla scorsa edizione dell’evento sono state premiate 21 realtà del territorio: tra queste l’Azienda Ospedaliera Antonio Cardarelli, con il suo centro di Formazione e Ricerca Biotecnologica individuato come sede ufficiale del Robotic Academy Intuitive Naples, che forma chirurghi in arrivo da tutto il mondo per imparare a utilizzare il robot chirurgo Da Vinci; La fabbrica della Pasta di Gragnano, che ha realizzato un pastificio 4.0 in grado di coniugare l’artigianalità della pasta con un software, sviluppato internamente, che consente di controllare e modulare la produzione e di rilevare in tempo reale la qualità degli ingredienti, le condizioni dell’impasto e le sue reazioni al mutare delle condizioni esterne; Leonardo, con la sua piattaforma Morpheus VR, sviluppata in rete con pmi innovative, università e centri di ricerca, che utilizza la realtà virtuale immersiva per l’addestramento dei tecnici; il Parco Archeologico di Pompei che, con il partner TIM, ha permesso la copertura con rete WiFi dell’intera area degli scavi e la trasformazione digitale in logica SPC Cloud di tutte le infrastrutture dell’ente.

Pa.Ci.